ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Una nuova ricerca rivela il ruolo degli immigrati nelle industrie americane della carne e dei latticini #Una #nuova #ricerca #rivela #ruolo #degli #immigrati #nelle #industrie #americane #della #carne #dei #latticini #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Una nuova ricerca rivela il ruolo degli immigrati nelle industrie americane della carne e dei latticini

In una rassegna degli immigrati nella filiera alimentare americana, l’American Immigration Council ha pubblicato un rapporto che esamina l’impatto ei contributi dei lavoratori immigrati nelle industrie della carne e dei latticini degli Stati Uniti. Il rapporto, “Tendere all’approvvigionamento alimentare americano: il ruolo essenziale degli immigrati nelle industrie della carne e dei prodotti lattiero-caseari americani”, ha scoperto che i lavoratori immigrati svolgono un ruolo fondamentale nella produzione di cibo americano, nell’alleviare la carenza di manodopera e nella stabilizzazione dei prezzi alimentari.

La carenza e l’aumento dei costi affliggono i negozi di alimentari in tutto il paese, mentre il Senato considera una legislazione che riformi il programma dei visti per i lavoratori agricoli temporanei. Questo rapporto si tuffa nella carenza di manodopera nazionale nelle industrie della carne e dei latticini, esaminando i fattori che hanno portato a questa situazione e discute come l’immigrazione può alleviare la carenza di manodopera nelle industrie non stagionali come la carne e i latticini.

“I datori di lavoro di carne e latticini si affidano ai programmi di visto H-2A e H-2B per svolgere lavori che non sono in grado di svolgere con i lavoratori americani. Sebbene questi programmi di visto forniscano una soluzione temporanea fornendo lavoratori stagionali stranieri, in definitiva, non soddisfano le esigenze di queste industrie non stagionali. Man mano che i lavoratori raggiungono l’età pensionabile e lasciano la forza lavoro, le industrie della carne e dei prodotti lattiero-caseari avranno sempre più difficoltà a trovare abbastanza lavoratori per soddisfare le richieste”, ha affermato Andrew Lim, direttore della ricerca presso l’American Immigration Council. “Se gli Stati Uniti vogliono stabilizzare la propria forza lavoro e i prezzi nel settore alimentare, dovrebbero prendere in considerazione l’espansione dei programmi di visti per lavoro temporaneo e l’attuazione di altre riforme sull’immigrazione a lungo termine basate sull’occupazione. Ciò include fornire un percorso verso la cittadinanza per milioni di lavoratori agricoli privi di documenti negli Stati Uniti oggi per soddisfare le esigenze di lavoro delle industrie della carne e dei latticini e del settore agricolo in modo più ampio”.

I principali risultati del rapporto includono:

  • Negli ultimi tre anni, il salario mediano pubblicizzato online per i lavoratori delle industrie della carne e dei latticini è aumentato del 33,7%, da $ 14,95 a $ 20,00 l’ora.
  • Le aree metropolitane con la più alta domanda di carne e lavoratori lattiero-caseari includevano Houston, Omaha, San Antonio, Austin e Los Angeles; gli stati con il maggior numero di incarichi includevano Texas, California, Iowa e Carolina del Nord.
  • Nell’anno fiscale 2021, i datori di lavoro di carne e latticini hanno richiesto un totale combinato di 34.245 lavoratori H-2A e H-2B: il Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti ha certificato 32.071 di quei lavoratori.
  • Di quei 32.071 lavoratori temporanei certificati, 30.088 titolari di visto H-2A, più del 93,8%, lavorano nell’industria della carne, in genere assunti per prendersi cura del bestiame o mantenere i macchinari e gli edifici della fattoria.
  • Più di 90.000 lavoratori allevano, allevano e si prendono cura degli animali in fattorie, allevamenti, allevamenti e strutture di confinamento degli animali in tutto il paese. Uno su cinque lavoratori del bestiame, o il 20%, sono nati all’estero, una percentuale significativamente più alta della quota nazionale di lavoratori nati all’estero per tutti i settori messi insieme, che è del 17,4%.
  • Durante i primi giorni della pandemia, la quota di lavoratori del confezionamento della carne nati all’estero era del 45,4%, 28 punti percentuali in più rispetto alla quota media di tutti i settori messi insieme.
  • Dal 2017 al 2021, il numero di annunci di lavoro online unici per i lavoratori del confezionamento della carne è aumentato dell’86,4%. Per mitigare la carenza di manodopera, i produttori di carne hanno chiesto al governo federale di espandere il programma di visti H-2B per consentire visti tutto l’anno oltre ai visti stagionali consentiti oggi.
  • Più di un lavoratore dei trasporti su quattro nell’industria della carne è nato all’estero (26%), una quota superiore a quella di tutti i lavoratori dei trasporti messi insieme (19,1%). Dal 2019 al 2021, il numero di annunci di lavoro online unici per i lavoratori dei trasporti nel settore della carne è raddoppiato (del 115%).
  • Quasi un lavoratore su cinque nelle aziende lattiero-casearie è immigrato.

Questi nuovi dati sono uno di una serie di pezzi di ricerca che esploreranno una varietà di questioni all’intersezione tra l’economia statunitense e l’immigrazione accessibile qui.

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#Una #nuova #ricerca #rivela #ruolo #degli #immigrati #nelle #industrie #americane #della #carne #dei #latticini

%d bloggers like this: