ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Una dozzina di giovani diventano cittadini statunitensi durante una cerimonia speciale dell’Heinz History Center #Una #dozzina #giovani #diventano #cittadini #statunitensi #durante #una #cerimonia #speciale #dellHeinz #History #Center

Una dozzina di giovani diventano cittadini statunitensi durante una cerimonia speciale dell’Heinz History Center

Si sedettero con espressioni che andavano dall’attesa nervosa al sollievo e all’eccitazione. Martedì una dozzina di giovani provenienti da 12 paesi diversi riempiono le prime due file di un’area conferenze improvvisata al quarto piano del Senator John Heinz History Center nel centro di Pittsburgh.

Stavano per diventare i nuovi americani del paese, a pochi minuti dalla cittadinanza statunitense in una speciale cerimonia di naturalizzazione, la prima all’History Center dall’inizio della pandemia.

I bambini e i giovani adulti che hanno partecipato alla cerimonia avevano un’età compresa tra i 12 ei 19 anni. Provengono da Egitto, Etiopia, India, Israele, Giamaica, Libia, Nepal, Filippine, Russia, Sud Africa, Tanzania e Togo.

Felicia Escobar Carrillo, capo di stato maggiore dei servizi per la cittadinanza e l’immigrazione degli Stati Uniti (USCIS), ha amministrato il giuramento di fedeltà e ha presentato ai bambini i certificati di cittadinanza.

“Stai facendo la storia ora, oggi in questo museo”, ha detto. “Abbiamo bisogno di te come parte del nostro Paese. Spero che, mentre intraprendi il tuo viaggio come nuovo cittadino americano, racconterai alla gente la tua storia su come la tua famiglia è arrivata qui. È grazie a loro che hai potuto diventare cittadino”.

Per alcuni giovani, il sentimento di orgoglio di diventare ufficialmente americani era difficile da esprimere a parole.

“Essere cittadino americano ti dà l’opportunità di essere coinvolto nel governo, puoi votare, puoi essere coinvolto nel Paese”, ha detto Siddharth Puthucode, un sedicenne indiano che è stato negli Stati Uniti da quando aveva 2 anni. Vive a McDonald con la sua famiglia.

“Sono orgoglioso di essere americano perché ti dà opportunità. Voglio intraprendere un’attività (carriera) nella mia vita”, ha detto.

Nekeisha Venter, una diciassettenne sudafricana, è negli Stati Uniti con la sua famiglia dall’età di 6 anni. È sollevata più di ogni altra cosa.

“È solo un lungo processo da portare a termine. Sono felice di poter finalmente ottenere il mio passaporto e ottenere tutti i diritti di un cittadino statunitense, sia che si tratti di votare o viaggiare”, ha affermato Venter, che vive a Morgantown, Virginia, e sta studiando per diventare infermiera presso Centro di istruzione tecnica della contea di Monongalia (MTECH).

“È un sollievo aver finito con tutto”, ha detto. “Siamo felici di essere qui. Siamo più al sicuro qui e abbiamo una possibilità molto migliore per un futuro qui solo in opportunità di lavoro e facendo la differenza”.

La cerimonia includeva la promessa di fedeltà e un messaggio videoregistrato del presidente Joe Biden. Secondo Matthew Bourke con USCIS, molti dei bambini e dei giovani adulti che martedì sono diventati cittadini statunitensi hanno sostenuto i loro genitori nel loro percorso verso la cittadinanza.

“Il processo di immigrazione può essere lungo e difficile. Devi passare attraverso una residenza legale permanente per sei anni prima di poter fare domanda per diventare cittadino statunitense”, ha affermato Bourke. “Quindi questi bambini hanno attraversato il processo con i loro genitori per più di sei anni, forse anche di più. Quindi, questo è il culmine del loro viaggio. È una festa. È speciale”.

Ma il quindicenne Jean Irishura, originario della Tanzania che ora vive con la sua famiglia a Northview Heights, ha detto che dopo aver vissuto negli Stati Uniti per nove anni, non si sente diverso dopo essere diventato ufficialmente americano.

“Sono decisamente entusiasta di ottenere la mia cittadinanza americana. Immagino che ci siano più diritti e responsabilità che ho ora, (ma) mi sento ancora lo stesso che ho sempre”, ha detto Irishura. “Non sembra davvero diverso.”

Irishura ha detto che vuole diventare un ingegnere aerospaziale e ammette che diventare cittadino lo aiuterà a realizzare il suo sogno.

“Avrò più opportunità educative e ne sono decisamente entusiasta”, ha detto

Browndon Wafo, 19 anni, originario del Camerun, di Monroeville, vive negli Stati Uniti da quando aveva 7 anni e ha affermato di essere molto orgoglioso di essere americano.

“Sono stato un americano praticamente per la maggior parte della mia vita. Mi sono sempre considerato un americano prima, e ora ho i documenti per sostenere l’affermazione che sono davvero un cittadino statunitense”, ha affermato Wafo, uno specialista in economia e contabilità alla Penn State.

“Il motivo per cui ho dovuto affrontare questo processo è che la mia madre biologica ha perso il certificato di cittadinanza. Sono stato naturalizzato sotto di lei”, ha detto. “Quindi, è davvero bello essere qui dopo un anno di dolore e paura di non poter diventare cittadino. È una sensazione potente”.

Paul Guggenheimer è uno scrittore dello staff di Tribune-Review. Puoi contattare Paul al numero 724-226-7706 o [email protected]

Source link
#Una #dozzina #giovani #diventano #cittadini #statunitensi #durante #una #cerimonia #speciale #dellHeinz #History #Center

%d bloggers like this: