ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Tendenze dell’immigrazione 2022: risultati chiave del rapporto di Envoy Global – Immigrazione generale #Tendenze #dellimmigrazione #risultati #chiave #del #rapporto #Envoy #Global #Immigrazione #generale

Tendenze dell’immigrazione 2022: risultati chiave del rapporto di Envoy Global – Immigrazione generale

Per stampare questo articolo è sufficiente essere registrati o effettuare il login su Mondaq.com.

Envoy Global, fornitore leader di servizi per l’immigrazione, è lieto di annunciare la pubblicazione del suo Rapporto sulle tendenze dell’immigrazione 2022.

Abbiamo intervistato oltre 300 professionisti delle risorse umane (HR) a livello nazionale per saperne di più sui loro pensieri sull’immigrazione basata sul lavoro, sui successi e sulle sfide che hanno incontrato nell’attrarre e trattenere i talenti stranieri e su come vedono il sistema di immigrazione degli Stati Uniti.

Ecco sei punti chiave del nostro sesto rapporto annuale sulle tendenze dell’immigrazione.

La domanda dei datori di lavoro di talenti stranieri rimane alta

La necessità di talenti stranieri rimane alta. Come mostra il nostro 2022 Immigration Trends Report, l’82% dei datori di lavoro si aspetta che il proprio organico estero aumenti o rimanga lo stesso nel prossimo anno. Immergendoci un po’ più a fondo, abbiamo scoperto che il 50% degli intervistati si aspetta un aumento del personale di nazionalità straniera.

Un pool di talenti storicamente affidabile per i datori di lavoro statunitensi è stato quello degli studenti internazionali. Il rapporto di quest’anno supporta questa affermazione poiché gli intervistati hanno classificato le università e le scuole di specializzazione statunitensi come le due più importanti fonti di reclutamento della loro organizzazione.

Tuttavia, dati recenti del Dipartimento di Stato mostrano che i livelli di iscrizione a queste istituzioni continuano a diminuire. Circa 644.000 visti per studenti F-1 sono stati emessi nel 2015, rispetto a circa 358.000 nel 2021.

1198930a.jpg

La sponsorizzazione della Green Card si sta stabilizzando

La sponsorizzazione della carta verde si sta stabilizzando dopo che le chiusure delle frontiere legate alla pandemia hanno causato variabilità nei due anni precedenti. Questa è una buona notizia per i datori di lavoro, poiché le carte verdi sono essenziali per aiutare i datori di lavoro a trattenere i talenti stranieri.

Il nostro 2022 Immigration Trends Report ha anche rilevato che i datori di lavoro stanno tornando alle politiche della carta verde progettate per trattenere i talenti stranieri. Il 22% degli intervistati ha dichiarato di aver avviato la procedura per la carta verde prima nel 2022 rispetto al 2021 e il 16% ha dichiarato di aver sponsorizzato più carte verdi.

Circa il 15% dei datori di lavoro ha anche affermato di aver appena iniziato a sponsorizzare le carte verdi nell’ultimo anno. Del minor numero di intervistati che hanno affermato di non sponsorizzare così tante carte verdi quest’anno (4%), i processi governativi lenti, i tagli e le restrizioni COVID-19 sono stati i motivi principali per cui.

1198930b.jpg

Mancanza di riforma del sistema di immigrazione

La maggior parte degli intervistati del 2022 Trends Report (70%) approva il modo in cui l’attuale amministrazione sta gestendo l’immigrazione basata sul lavoro. Tuttavia, sono meno soddisfatti delle azioni di specifici enti governativi incentrati sull’immigrazione, in particolare US Citizenship and Immigration Services (USCIS).

La maggior parte degli intervistati (95%) ha affermato di voler vedere tempi di elaborazione più rapidi da USCIS. Il secondo elemento più importante da modificare per il governo, hanno affermato gli intervistati, era rendere il processo di candidatura più trasparente.

Mentre l’USCIS ha compiuto sforzi negli ultimi anni per digitalizzare più dei suoi processi e allontanarsi dalle applicazioni cartacee, gli intervistati ritengono che l’agenzia possa fare di più per digitalizzare i suoi processi di immigrazione. Come afferma il rapporto “Room to Grow” del National Immigration Forum, i datori di lavoro dovranno affrontare sfide a causa della mancanza di azione governativa.

Le sfide all’interno del sistema di immigrazione statunitense hanno portato il 23% degli intervistati ad affermare di aver esternalizzato il lavoro a terzi.

1198930c.jpg

Il lavoro da remoto e ibrido è qui per restare

Sebbene il passaggio a una struttura di lavoro remota o ibrida sia stata una buona notizia per i dipendenti, ha anche creato alcune sfide di conformità e comunicazione per i datori di lavoro.

Tra gli intervistati che hanno affermato di aver dovuto affrontare maggiori ostacoli alla conformità e alla comunicazione con il lavoro a distanza, il 40% di loro includeva “affrontare una domanda di condizioni di lavoro (LCA)/procedura salariale prevalente più complessa per i dipendenti distribuiti” nelle tre principali sfide.

Altre sfide del programma di immigrazione che sono state esacerbate dal lavoro a distanza includono:

  • Raccolta documenti

  • Collaborazione tra avvocati, cittadini stranieri e team HR

  • Comunicazione

Poiché il lavoro a distanza consente ai dipendenti di lavorare quasi ovunque, un quarto degli intervistati ha affermato di assumere meno dipendenti di nazionalità straniera. Tuttavia, ancora di più hanno affermato che stavano assumendo più talenti stranieri a causa delle loro capacità di lavoro a distanza.

Altri intervistati hanno affermato che la loro politica di lavoro a distanza non ha avuto alcun effetto sulla provenienza dei talenti.

1198930d.jpg

L’immigrazione in uscita è in aumento

Un numero schiacciante di datori di lavoro intervistati (75%) prevede che i loro incarichi di immigrazione in uscita aumenteranno o torneranno ai livelli di viaggio pre-pandemia nel 2022.

I datori di lavoro considerano Canada, Messico e Regno Unito come opzioni praticabili per i propri dipendenti. L’immigrazione in uscita è anche un’opzione più realistica per i datori di lavoro finora quest’anno a causa dell’allentamento delle restrizioni e dei regolamenti di viaggio. L’82% degli intervistati ha ripreso a viaggiare in tutto il mondo nell’ultimo anno.

Gli intervistati hanno affermato che le ragioni principali per inviare talenti all’estero erano di collocare talenti altamente qualificati incapaci di ottenere l’autorizzazione al lavoro negli Stati Uniti e di espandersi in nuove sedi.

1198930e.jpg

Il rapporto annuale sulle tendenze dell’immigrazione consente ai team delle risorse umane di confrontare e rafforzare le proprie strategie di immigrazione e mobilità. Per leggere il rapporto completo, fare clic sul collegamento sottostante.

Leggi il rapporto sulle tendenze dell’immigrazione 2022

Pubblicato originariamente il 24 maggio 2022

Il contenuto di questo articolo ha lo scopo di fornire una guida generale all’argomento. Dovrebbe essere richiesto il parere di uno specialista sulle circostanze specifiche.

ARTICOLI POPOLARI SU: Immigrazione dagli Stati Uniti

EB-1: Non solo per Einstein

Klasko

Mancano solo pochi mesi al secondo anno della presidenza Trump e l’immigrazione rimane in prima linea nella politica e nel dibattito pubblico…

Rapporto sulle tendenze dell’immigrazione 2022

Inviato Global, Inc.

Abbiamo intervistato più di 300 professionisti delle risorse umane per scoprire le tendenze chiave che incidono sull’immigrazione e sulla mobilità globale.

Source link
#Tendenze #dellimmigrazione #risultati #chiave #del #rapporto #Envoy #Global #Immigrazione #generale

%d bloggers like this: