ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Mentre la CBC si ritira dalla Cina, RSF chiede al regime di porre fine alla sua politica di armi dei visti #Mentre #CBC #ritira #dalla #Cina #RSF #chiede #regime #porre #fine #alla #sua #politica #armi #dei #visti #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Mentre la CBC si ritira dalla Cina, RSF chiede al regime di porre fine alla sua politica di armi dei visti

CBC essere costretto a ritirarsi dalla Cina è un’altra grande perdita per il pubblico internazionale quando, in questo momento, è così difficile accedere a informazioni indipendenti dall’interno del paese“, afferma Cédric Alviani, capo dell’ufficio di RSF per l’Asia orientale, che invita le democrazie a “esortare il regime a consentire ai media stranieri di operare nel paese senza pressioni.”

Il 2 novembre 2022, emittente pubblica canadese CBC (Società di radiodiffusione canadese) annunciato che avrebbe chiuso il suo ufficio di Pechino dopo aver atteso senza successo per oltre due anni che il regime approvasse un visto di lavoro per il suo corrispondente Philippe Le Blanc. Non è la prima volta che la politica di arma dei visti delle autorità cinesi ha impedito ai giornalisti di riferire: in anni recenti hanno rifiutato dozzine di volte di rilasciare o estendere i visti ai giornalisti che riferivano sul paese (vedi esempi sotto).

Nel suo Rapporto 2022, il Club of China dei corrispondenti esteri (FCCC) ha denunciato ancora una volta l’aggravarsi delle intimidazioni e delle pressioni del regime sui media stranieri. Dei 127 membri dell’FCCC che hanno risposto al sondaggio, solo il 4% ha confermato che ai propri media è stato concesso un regolare visto per giornalista residente nel 2021, mentre molti di loro hanno ricevuto permessi di soggiorno di soli due o tre mesi. Il rapporto ha anche sottolineato l’intensificarsi delle molestie nei confronti dei corrispondenti esteri e delle loro fonti, che insieme all’armamento dei visti rende “sempre più difficile per i giornalisti rimasti in Cina operare”.

Negli ultimi dieci anni, il leader cinese Xi Jinping, il cui mandato come segretario generale del partito è stato esteso il mese scorso, ha rafforzato il controllo del regime sui media statali cinesi, avviando una violenta repressione dei giornalisti indipendenti e aumentando l’intimidazione e la sorveglianza dei corrispondenti esteri.

La Cina è al 175° posto su 180 nel 2022 Indice della libertà di stampa mondiale di RSF.

Un decennio di arma dei visti contro i giornalisti

  • 2022: CBC Chiuso il suo ufficio di Pechino dopo aver atteso per oltre due anni che il regime cinese approvasse un visto di lavoro per il suo corrispondente.
  • 2021: BBC corrispondente John Sudworth fuggito dal paese, a seguito di pressioni e minacce delle autorità, mentre il regime ha vietato al gruppo di trasmettere nel Paese. Ad Hong Kong, L’economistaè giornalista Sue Lin Wong è stato negato un visto senza una spiegazione.
  • 2020: Almeno 18 corrispondenti furono costretti a partire La Cina e le richieste di visto di diversi giornalisti stranieri sono state respinte senza spiegazioni, compresi i corrispondenti di New York Times, giornale di Wall Street, Washington Post. Ad Hong Kong, New York Times giornalista Chris Buckley e Stampa libera di Hong Kong giornalista
    Aaron Mc Nicholas sono stati negati i visti di lavoro.
  • 2019: giornalista statunitense Betania Allen-Ebrahimianche ha scritto articoli sull’influenza della Cina e ha fatto domanda per lavorare come Agenzia media francese corrispondente era negato il visto di lavoroe giornale di Wall Street reporter Chun Han Wong visto non è stato ristampato.
  • 2018: Notizie BuzzFeed Capo dell’ufficio cinese Megha Rajagopalan che ha scritto articoli sullo Xinjiang, è stato negato un visto senza spiegazioni. Financial Times Asia giornalista Victor Mallet fu espulso da Hong Kong dopo aver servito come moderatore in un dibattito che ha visto la partecipazione di un attivista pro-indipendenza.
  • 2015: corrispondente da Pechino per la rivista francese Gli Oss
    Ursula Gauthieril visto non è stato ristampato dopo aver rifiutato di scusarsi per aver scritto un articolo sulle minoranze uiguri nello Xinjiang.
  • 2013: Giornalista veterano Paolo Mooneyche ha riferito sui diritti umani in Cina, è stato negato il visto quando ha presentato domanda con Reuters.

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#Mentre #CBC #ritira #dalla #Cina #RSF #chiede #regime #porre #fine #alla #sua #politica #armi #dei #visti

%d bloggers like this: