ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Mensile Immigrazione d’Impresa – Agosto 2022 – Immigrazione per Investimenti #Mensile #Immigrazione #dImpresa #Agosto #Immigrazione #Investimenti #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Mensile Immigrazione d’Impresa – Agosto 2022 – Immigrazione per Investimenti

Effetti degli arretrati e dei ritardi nell’immigrazione del governo

Tutte le agenzie governative coinvolte nell’elaborazione dell’immigrazione continuano a lottare con l’arretrato dei casi e con i ritardi nell’elaborazione. Sono state citate diverse ragioni, tra cui l’impatto della pandemia di COVID-19, il blocco delle assunzioni, l’abbandono del personale, l’aumento del numero di casi presentati e le modifiche alle politiche. Il difensore civico e i membri del Congresso degli Stati Uniti per la cittadinanza e l’immigrazione (USCIS) ne hanno preso atto.

Il 30 giugno 2022, Phyllis A. Coven, difensore civico dell’USCIS, ha consegnato il Relazione annuale, che formula raccomandazioni per le politiche e le pratiche operative e amministrative dell’USCIS, al Congresso. Il Mediatore ha citato USCIS per il suo arretrato grave e senza precedenti: ad aprile 2022 USCIS ha un inventario di 8,5 milioni di domande/petizioni da elaborare, di cui oltre cinque milioni sono casi arretrati. Nelle metriche di backlog riportate da USCIS in media ha una capacità di elaborare circa il 13% in questo anno fiscale. Per quest’anno elettorale, delle 839.635 domande di naturalizzazione pendenti, i progetti USCIS elaborano solo il 10%. Il difensore civico dell’USCIS Coven ha ritenuto che gli sforzi di riduzione del governo potrebbero non essere imminenti, affermando: “Mentre l’agenzia [USCIS] sta facendo molto per ridurre il suo arretrato, è improbabile che cambi rapidamente o addirittura immediatamente come intende l’agenzia”.

In un 7 luglio 2022 lettera bipartisan al segretario del Dipartimento del lavoro (DOL) Martin J. Walsh, la senatrice Amy Klobuchar (D-MN) e la senatrice Susan N. Collins (R-ME) hanno chiesto quali passi stava intraprendendo il DOL per ridurre i suoi 7 mesi senza precedenti tempi di elaborazione per le determinazioni salariali prevalenti, necessarie per alcune classificazioni di lavoratori temporanei e Green Card basate sull’occupazione. In particolare i senatori hanno consigliato al segretario Walsh: “Dato che le aziende in tutto il paese continuano a far fronte a carenza di forza lavoro, l’adozione di sforzi a lungo termine per ridurre gli arretrati e i ritardi di elaborazione contribuirà a garantire che i datori di lavoro saranno in grado di trovare l’aiuto di cui hanno bisogno”.

Le unità visti delle ambasciate e dei consolati statunitensi a livello globale si stanno ancora riprendendo dai servizi limitati a causa della chiusura del COVID e delle precedenti Proclamazioni presidenziali del 2020. L’attuale elaborazione dei visti per non immigranti si è concentrata su studenti e lavoratori temporanei, compresi i lavoratori agricoli. Ogni mese vengono elaborate circa 800.000 domande di visto per non immigranti, che rappresentano circa l’80% dei livelli pre-pandemia. Sebbene il Dipartimento di Stato sia stato creativo nei suoi sforzi per elaborare più domande di visto, autorizzando le unità visti a rinunciare al colloquio con il richiedente, la realtà mostra che l’elaborazione complessiva dei visti potrebbe essere più lunga. Ad esempio, l’elaborazione dell’esenzione dal colloquio presso l’ambasciata degli Stati Uniti a Londra è in media di ventuno giorni lavorativi, mentre la ricezione del visto dopo il colloquio è in media di 7 giorni. Il 10 agosto 2022, Julie Stufft, vicesegretario aggiunto per i servizi visti presso l’Ufficio per gli affari consolari presso il Dipartimento di Stato, ha fornito un aggiornare sulle operazioni consolari statunitensi che segnalano che i richiedenti il ​​visto possono richiedere il visto in qualsiasi parte del mondo dove c’è un appuntamento disponibile; vengono prese in considerazione richieste rapide per accogliere viaggi d’affari, viaggi umanitari urgenti o viaggi medici; e una tassa per la domanda di visto per non immigranti (MRV) precedentemente pagata può essere utilizzata fino al 30 settembre 2023. Sebbene tali sforzi da parte delle poste consolari siano i benvenuti, ci sono alcune considerazioni per i richiedenti il ​​visto: se non si fa domanda nel proprio paese d’origine, potrebbe essere necessario un visto separato obbligatorio per entrare nel Paese in cui si trova la Posta Consolare; per una richiesta rapida, molto spesso un appuntamento deve prima essere programmato; e le commissioni MRV potrebbero non essere facilmente trasferibili tra le poste consolari in paesi diversi a causa dei tassi di cambio e dell’elaborazione del pagamento.

USCIS continua la flessibilità COVID-19 per RFE, NOID, NOIR e ricorsi

Il 25 luglio, USCIS annunciato un’estensione della sua politica COVID-19 in materia di flessibilità nel rispondere a USCIS Requests for Evidence (RFE), Notice of Intent to Denial (NOID), Notice of Intent to Revoke (NOIR) e ricorsi contro decisioni avverse. In base a questa politica, che è stata implementata il 1 marzo 2020, USCIS continuerà a considerare tempestiva una risposta presentata se ricevuta entro 60 giorni di calendario dalla data di scadenza indicata in RFE, NOID e NOIR, a condizione che la richiesta o l’avviso sia stato emesso tra il 1 marzo , 2020 e 23 ottobre 2022. Inoltre, se il modulo è stato depositato fino a novanta giorni di calendario dall’emissione di una decisione e la decisione è stata presa tra il 1 novembre 2021 e il 23 ottobre 2022.

Espansione dell’elaborazione Premium

USCIS sta continuando i suoi sforzi per un’espansione graduale dell’elaborazione Premium per alcune petizioni come richiesto dall’Emergency Stopgap USCIS Stabilization Act. A partire dal 1 agosto 2022, USCIS accetta gli aggiornamenti per l’elaborazione dei premi delle petizioni del modulo I-140 per dirigenti e manager multinazionali (classificazione EB-13) ricevute entro il 1 luglio 2021 e le deroghe agli interessi nazionali (classificazione EB-21) ricevute il o prima del 1 agosto 2021. Nell’ambito dell’elaborazione Premium per queste categorie, USCIS deve esaminare la petizione entro quarantacinque giorni di calendario (non 15 giorni di calendario come è disponibile per molte altre categorie idonee per l’elaborazione Premium). Elaborazione standard varia da 13 a 16,5 mesi per Dirigenti e Manager multinazionali e da 15 a 20,5 mesi per National Interest Waivers. Ulteriori informazioni sull’Espansione di elaborazione Premium sono disponibili in un precedente Avviso client MFEM all’indirizzo USCIS annuncia azioni per l’espansione graduale dell’elaborazione premium e per ridurre gli arretrati | Masuda Funai.

Aggiornamento bollettino visti

L’8 agosto 2022, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha emesso il
Bollettino visti per settembre 2022. Il Bollettino visti viene emesso con cadenza mensile e riassume la disponibilità di visti di immigrazione per casi sia familiari che lavorativi per un determinato mese.

Il Bollettino dei visti di settembre conteneva la seguente nota:

D. DISPONIBILITA’ DI VISTI PER LAVORO DURANTE SETTEMBRE

C’è stato un costante aumento dei modelli di domanda sia dell’USCIS che del Dipartimento di Stato per i visti basati sull’occupazione durante l’anno fiscale. Di conseguenza, la maggior parte dei limiti delle categorie di preferenza basati sull’occupazione e/o il limite complessivo di preferenza basato sull’occupazione per l’esercizio 2022 dovrebbero essere raggiunti nel mese di settembre. Qualora in qualsiasi momento venisse raggiunto un limite annuo, sarebbe necessario rendere immediatamente “indisponibile” la categoria di preferenza e non verrebbero onorate ulteriori richieste di numeri.

Si prega di notare che se ciò si verifica e qualsiasi categoria diventa “Non disponibile”, i nuovi numeri di visto per immigrati dovrebbero tornare disponibili all’inizio del prossimo anno fiscale del governo, il 1 ottobre 2022, il che probabilmente si rifletterà nel Bollettino dei visti di ottobre.

USCIS annuncia che la quota H-1B per l’anno fiscale 2023 è stata soddisfatta dopo un solo processo di selezione

Il processo di selezione casuale delle quote H-1B (noto anche come lotteria delle quote H-1B) per l’anno fiscale (FY) 2023 (dal 1 ottobre 2022 al 30 settembre 2023) è stato completato il 29 marzo 2022, quando Lo ha annunciato l’USCIS aveva ricevuto un numero sufficiente di registrazioni elettroniche durante il periodo di registrazione iniziale per raggiungere le allocazioni numeriche H-1B per l’anno fiscale 2023 (65.000 numeri per il normale limite H-1B con altri 20.000 numeri per l’esenzione per il diploma avanzato negli Stati Uniti). Ulteriori informazioni sui risultati della lotteria a quote H-1B per l’anno fiscale 2023 sono disponibili in un precedente avviso del cliente MFEM all’indirizzo USCIS annuncia i risultati del processo di selezione della registrazione delle quote H-1B per l’anno fiscale 2023 | Masuda Funai.

Il numero di registrazioni inizialmente selezionate (127.600) per l’esercizio 2023 è stato significativamente superiore rispetto agli anni precedenti. Al contrario, per l’esercizio 2022 (dal 1 ottobre 2021 al 30 settembre 2022), l’USCIS inizialmente ne ha selezionati solo 87.500, dopodiché l’USCIS ha dovuto condurre due ulteriori processi di selezione casuale per garantire che i numeri delle quote disponibili fossero utilizzati durante l’anno fiscale . L’anno scorso, i risultati di un secondo processo di selezione casuale sono stati annunciati il ​​28 luglio 2021 e i risultati di un terzo processo di selezione casuale sono stati annunciati nel novembre 2021.

Il 23 agosto 2022, l’USCIS ha indicato che la quota H-1B per l’esercizio 2023 è stata raggiunta. Pertanto, quest’anno l’USCIS non condurrà ulteriori processi di selezione casuale. Inoltre, l’USCIS ha aggiornato il suo sistema online per indicare che le registrazioni che non sono state selezionate nel processo di selezione iniziale sono ora ufficialmente “Non selezionate” nella lotteria delle quote H-1B FY2023.

Il prossimo periodo di registrazione delle quote H-1B per la lotteria delle quote H-1B per l’anno fiscale 2024 dovrebbe iniziare all’inizio di marzo 2023. I datori di lavoro sono incoraggiati a contattare la nostra azienda all’inizio di febbraio 2023 per ulteriori informazioni sulla lotteria delle quote H-1B per l’anno fiscale 2024 e il processo di registrazione.

Indagini

All’interno della Divisione per i diritti civili del Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti (DOJ), la sezione per i diritti degli immigrati e dei dipendenti (IER) indaga sulle pratiche di lavoro sleali legate all’immigrazione. Tali indagini derivano generalmente da denunce di discriminazione nel processo di assunzione o conformità al modulo I-9.

Nel corso dell’esercizio 2022, IER è stata attiva nelle sue indagini che hanno portato a sanzioni per i datori di lavoro:

  • Il 1 ° luglio 2022, una società di reclutamento e personale IT con sede in Virginia, Technology Hub Inc., è risultata discriminata nel processo di assunzione quando i suoi annunci di lavoro cercavano solo lavoratori H-1B, cittadini statunitensi o residenti permanenti legali. Come parte dell’accordo, la società ha accettato di pagare una multa di $ 12.000; rivedere le sue politiche e pratiche occupazionali; fornire formazione aggiuntiva ai dipendenti sulle disposizioni antidiscriminatorie; e sottoporsi a un periodo di monitoraggio di tre anni delle sue pratiche di assunzione e impiego.

  • Il 27 giugno 2022, IER ha raggiunto un accordo di sanzioni civili di $ 832.944 con sedici datori di lavoro privati, tra cui KPMG LLC e American Express Company, che hanno pubblicato opportunità di lavoro esclusi i cittadini non statunitensi con la piattaforma di reclutamento di lavoro online del Georgia Institute of Technology (Georgia Tech). L’uso di un ufficio di collocamento nel campus o il reclutamento nel campus può essere una forma di ulteriori fasi di reclutamento nel processo di certificazione del lavoro PERM quando un datore di lavoro sponsorizza un cittadino straniero per la residenza permanente [20 CFR §656.17(e)((1)(ii)(D) or (H).
    Those employers also agreed to cease stating citizenship or
    immigration status preferences or discourage applications from
    work-authorized individuals in their job postings and have their
    recruitment staff receive training on the anti-discrimination
    obligations under the U.S. immigration law. The IER investigation
    of discriminatory advertisements by employers is ongoing and has
    expanded to other colleges and universities.

  • On June 23, 2022, a California-based IT staffing company,
    SpringShine Consulting, Inc., was sanctioned for advertising job
    opportunities for H-1B workers, preferring foreign workers over
    U.S. workers, on an internet site. As part of the settlement, the
    company agreed to pay a $17,000 fine; cease suggesting or stating a
    citizenship or immigration status preferences in all of its
    advertisements; revise its employment advertisement and hiring
    practices and provide additional training for employees on the
    anti-discrimination provisions in the recruitment and hiring
    process. The press release of this settlement was also posted in
    the Hindi language.

  • On June 6, 2022 IER reached a settlement with a synagogue,
    Temple Beth El, and its associated school in Florida which
    requested employees to provide specific documents to demonstrate
    authorization to work when completing the Form I-9, Employment Eligibility
    Verification
    . The synagogue agreed to pay $4,144 in
    civil penalties; have all persons involved in the employment
    process, including all officers, board member and managers,
    participate in Form I-9 and anti-discrimination training; revise
    existing or develop new compliant employment policies to be
    reviewed by IER; undergo a Form I-9 audit every four months over a
    two-year period, as well as comply with any follow-up requests by
    IER.

MFEM NEWS

Bob White Re-appointed As Vice Chair of AILA DOL Committee for
PERM and H-1B LCA Issues

Bob White, a partner in the MFEM immigration group, was recently
re-appointed as Vice Chair of the American Immigration Lawyers
Association (AILA) DOL Committee. This is the second year that Mr.
White has been Vice Chair of the Committee and his 8th year as a
member of the Committee. Mr. White is coordinating response to
identified issues by AILA members in the PERM process (which is the
first stage of the employment-based “green card” process)
and in H-1B Labor Condition Application (LCA) audits. The DOL
Committee meets with various national DOL agencies involved in
numerous immigration programs through stakeholder meetings and
participating in conference panels.

Fazila Vaid Appointed to the AILA Verification Committee

Fazila Vaid, a partner in the MFEM immigration group, was
recently appointed to the AILA Verification Committee. This is the
first year that Ms. Vaid was appointed to this national committee.
Previously, Ms. Vaid has been appointed to various local AILA
Committees, including the Social Security Administration (SSA)
Committee. On the Verification Committee, Ms. Vaid will assist AILA
members with I-9 issues, SSA issues and IER issues, to name a few.
The Verification Committee regularly meets with USCIS E-Verify,
USCIS FDNS, Immigration and Customs Enforcement (ICE) and IER.

The content of this article is intended to provide a general
guide to the subject matter. Specialist advice should be sought
about your specific circumstances.

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#Mensile #Immigrazione #dImpresa #Agosto #Immigrazione #Investimenti

%d bloggers like this: