ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

L’indagine dell’ICE prende di mira i trasgressori ripetuti dell’immigrazione #Lindagine #dellICE #prende #mira #trasgressori #ripetuti #dellimmigrazione

L’indagine dell’ICE prende di mira i trasgressori ripetuti dell’immigrazione

BRIGHTON, Colorado (KDVR) — L’operazione Coral è stata il nome dell’ultima perquisizione da parte degli agenti dell’immigrazione e delle forze dell’ordine doganali che lunedì hanno condotto numerosi appostamenti a livello nazionale nel tentativo di arrestare i non cittadini che sono stati precedentemente condannati per aver ignorato le leggi sull’immigrazione nel Stati Uniti.

Il Denver Field Office for ICE ha permesso ai Problem Solvers di osservare un’operazione in cui ha arrestato un uomo a Brighton che era stato precedentemente deportato quattro volte. Quell’uomo, il 44enne Victor Garcia-Barrendey, è stato deportato per la prima volta in Messico nel 2009.

Nel 2015, Barrandey è rientrato illegalmente negli Stati Uniti ed è stato trovato in Colorado dopo essere stato condannato a 365 giorni di carcere per DUI nella contea di Weld. È stato deportato una seconda volta il 29 dicembre 2015.

Nel 2016 è stato catturato mentre tentava di attraversare di nuovo il confine. Ha scontato un mese di prigione prima di essere espulso una terza volta. L’ultima espulsione è avvenuta nel 2017 dopo essere stato condannato a otto mesi nel Bureau of Prisons per rientro illegale.

“Abbiamo inseguito persone che erano rientrate negli Stati Uniti dopo essere state precedentemente espulse e ora sono tornate negli Stati Uniti”, ha affermato John Fabbricatore, direttore della divisione sul campo di Denver dell’ICE.

Gli agenti dell’ICE sono venuti a conoscenza che Garcia-Barrandey era tornato negli Stati Uniti e viveva a Brighton dopo aver ricevuto una multa a novembre per eccesso di velocità e guida senza una patente valida. Un mandato di cattura è stato emesso quando non si è presentato in tribunale.

Gli agenti sotto copertura hanno monitorato la sua casa lunedì mattina presto per confermare che il suo camion fosse nel suo vialetto e hanno aspettato che se ne andasse.

Fabbricatore ha detto che gli agenti raramente bussano alla porta o fanno più irruzioni in casa.

“È più facile non entrare in casa della gente. Non sappiamo cosa hanno le persone nelle loro case. È più facile per noi portarli fuori dalle case piuttosto che barricarsi dentro e non possiamo effettuare un arresto”, ha detto.

ICE limitato su dove può effettuare arresti

Gli agenti dell’ICE devono affrontare nuove limitazioni su dove possono effettuare arresti sulla base delle nuove “Linee guida per le azioni di contrasto nelle aree protette o vicine” emesse dal Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti nell’ottobre 2021.

“In alcune zone dove ci sono chiese, scuole, parchi, asili nido, centri medici, non possiamo influenzare gli arresti in quella zona”, ha detto Fabbricatore, indicando una chiesa che si trovava a meno di due isolati dall’abitazione del sospettato.

Il promemoria di cinque pagine afferma: “Nella misura più ampia possibile, non intraprendiamo un’azione di contrasto all’interno o in prossimità di un luogo che limiterebbe l’accesso delle persone ai servizi essenziali o l’impegno in attività essenziali. Tale posizione viene definita “area protetta”.”

Il promemoria in seguito prosegue affermando: “Non esiste una definizione chiara di ciò che costituisce ‘vicino'”.

“Quindi ci lega un po’ le mani e dobbiamo stare molto più attenti a quello che facciamo e a dove effettuiamo gli arresti”, ha detto Fabbricatore.

La moglie del sospetto ha chiamato per arrestare la scena

Intorno alle 10:00 di lunedì mattina, Garcia-Barrandey si è recato in un vicino negozio di ricambi per auto e quando è uscito dal negozio, gli agenti dell’ICE lo hanno circondato prima che potesse tornare sul suo camion.

Dopo che Garcia-Barrandey è stato arrestato, è stato portato in un luogo dietro un negozio di alimentari di King Soopers, dove gli agenti gli hanno permesso di chiamare sua moglie.

«Permettiamo alla moglie di venire qui. Non interrogheremo la moglie, le daremo solo le chiavi del suo pick-up e le permetteremo di accedere al pick-up”, ha detto Fabbricatore.

Fabbricatore ha detto ai Problem Solvers che in genere l’ICE non ha la manodopera o lo spazio di detenzione per arrestare qualcuno solo perché potrebbe essere nel paese illegalmente.

Dal momento che Garacia-Barrandey ha già scontato una pena per aver violato la legge sull’immigrazione degli Stati Uniti, Fabbricatore ha affermato che è possibile che Garcia-Barrandey possa scontare almeno due anni in una prigione federale prima di essere deportato in Messico.

“Ti daremo la caccia se continuerai a tornare negli Stati Uniti dopo essere stato precedentemente espulso”, ha detto Fabbricatore, spiegando perché gli agenti non hanno interrogato la moglie dell’uomo. «Quello non era l’obiettivo. Volevamo prendere di mira le persone che avevano aggirato la legge. Anche se potrebbe essere stata una non cittadina, ciò su cui ci concentriamo ora era qualcuno che aveva una condanna penale ed era rientrato più volte negli Stati Uniti”.

Una dichiarazione inviata via e-mail a FOX31 dal Dipartimento per la sicurezza interna recita:

“L’Immigration and Customs Enforcement (ICE) degli Stati Uniti si impegna a concentrare le sue priorità di applicazione dell’immigrazione civile sull’arresto e la rimozione dei non cittadini che rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale, la sicurezza pubblica e la sicurezza delle frontiere”.

Al 7 giugno, il centro di detenzione ICE di Aurora deteneva 518 detenuti provenienti da 50 paesi diversi. La Turchia è al primo posto, con 99 detenuti, seguita dal Messico con 74. Ci sono 19 detenuti dalla Russia.

Source link
#Lindagine #dellICE #prende #mira #trasgressori #ripetuti #dellimmigrazione

%d bloggers like this: