ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

L’attesa per il visto negli Stati Uniti dura più di un anno per le principali fonti di visitatori in entrata; Ha bisogno di miglioramenti, afferma Travel Group #Lattesa #visto #negli #Stati #Uniti #dura #più #anno #principali #fonti #visitatori #entrata #bisogno #miglioramenti #afferma #Travel #Group #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

L’attesa per il visto negli Stati Uniti dura più di un anno per le principali fonti di visitatori in entrata; Ha bisogno di miglioramenti, afferma Travel Group

Il tempo medio di attesa per un colloquio di visto per gli Stati Uniti richiesto per i viaggiatori provenienti dai primi 10 paesi che richiedono il visto in entrata è di oltre 400 giorni, o più di un anno, ha affermato oggi un importante gruppo del settore dei viaggi statunitense.

“I tempi di attesa sono ancora esorbitanti nonostante i notevoli miglioramenti in paesi come l’India”, ha affermato Geoff Freeman, presidente e CEO della US Travel Association. Il tempo di attesa dell’India per un colloquio di visto da parte del Dipartimento di Stato americano è diminuito da 999 giorni a metà dicembre a 577 giorni il 19 gennaio, ha osservato.

Anche altri primi 10 mercati che hanno sperimentato tempi di attesa “sbalorditivi”, tra cui Brasile e Messico, stanno migliorando, ha affermato l’associazione in una nota. Tuttavia, “c’è ancora molto lavoro da fare per ridurre i tempi di attesa dei colloqui di lavoro a livelli accettabili” a seguito delle interruzioni dovute alla pandemia, ha affermato Freeman. Le cifre odierne non includono i tempi di attesa in Cina, i cui cittadini richiedono un visto per recarsi negli Stati Uniti.

La posta in gioco è alta per l’industria dei viaggi negli Stati Uniti, un potenziale punto luminoso per un’economia statunitense che quest’anno dovrà affrontare una potenziale recessione. La US Travel Association prevede provvisoriamente che la spesa di tutti i viaggiatori internazionali sarà di circa 93 miliardi di dollari entro il 2022, escluse le spese relative all’istruzione e alla salute. Ciò rispetto ai 180 miliardi di dollari del 2019 pre-pandemia. I viaggiatori negli Stati Uniti lo scorso anno, nazionali e stranieri, hanno speso circa 1,1 trilioni di dollari, circa il 10% in meno rispetto al 2019, ha affermato l’associazione.

Gli Stati Uniti hanno tentato di ridurre la lunga attesa per un colloquio di visto rinunciando ai requisiti per il rinnovo dei visti per visitatori, lavoratori e studenti a basso rischio, ha affermato l’associazione. È probabile che la carenza di personale legata al Covid del personale per i visti del Dipartimento di Stato venga colmata entro questa estate, riducendo i tempi di attesa per i colloqui di lavoro a un obiettivo inferiore a 120 giorni entro la fine di settembre, ha osservato.

Tuttavia, ha affermato l’associazione, un periodo di attesa di quattro mesi e 120 giorni “andrebbe ben oltre ciò di cui l’economia ha bisogno per una robusta ripresa dei viaggi in entrata”. In confronto, un ordine esecutivo richiedeva che l’80% dei richiedenti il ​​visto non immigranti in tutto il mondo fosse intervistato entro 21 giorni nel 2012-2017, ha osservato.

Il numero totale di visite straniere negli Stati Uniti nel 2022 supererà probabilmente i 50 milioni di viaggiatori, ha affermato l’associazione, citando i dati del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. Ciò rispetto ai 22 milioni nel 2021 e ai 79 milioni nel 2019. Per paese, le 10 principali fonti di visitatori statunitensi nel 2022 sono state Canada, Messico, Regno Unito, Germania, Francia, India, Brasile, Colombia, Corea del Sud e Spagna.

Un membro notevole della top 10 nel 2019 che potrebbe riprendersi nel 2023: la Cina continentale. Il numero di arrivi in ​​Cina nel 2022 è sceso da 2,8 milioni nel 2019 a circa 368.000, ha affermato l’associazione. Il paese ha allentato le regole “zero-Covid”, il che ha già portato quest’anno a più prenotazioni di viaggi e quotazioni azionarie per società quotate negli Stati Uniti come Trip.com – il più grande sito di viaggi online del paese – e H World, un’importante catena alberghiera.

La US Travel Association rappresenta più di 1.100 organizzazioni di viaggio e aziende che vanno dalle compagnie aeree come United Airlines a Universal Parks & Resorts.

Vedi post correlati:

Il “fantasioso” ministro cinese invia gli auguri di Capodanno agli americani tramite il gioco NBA

La crescita del PIL cinese dovrebbe superare la media mondiale nel 2023 — PwC

L’IPO di Beauty Farm sale del 53% sulla speranza che la spesa cinese si riprenda

@rflannerychina

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#Lattesa #visto #negli #Stati #Uniti #dura #più #anno #principali #fonti #visitatori #entrata #bisogno #miglioramenti #afferma #Travel #Group

%d bloggers like this: