ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

La sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti limita la possibilità di citare in giudizio i funzionari federali #sentenza #della #Corte #Suprema #degli #Stati #Uniti #limita #possibilità #citare #giudizio #funzionari #federali

La sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti limita la possibilità di citare in giudizio i funzionari federali

La Corte Suprema degli Stati Uniti mercoledì ha respinto la causa del proprietario di un bed and breakfast dello stato di Washington che accusava un agente della pattuglia di frontiera di violazioni dei diritti civili durante un violento incontro del 2014, poiché la sua maggioranza conservatrice ha ulteriormente ridotto la possibilità di citare in giudizio i funzionari federali per danni.

La corte ha deciso con una sentenza 6-3 scritta dal giudice associato Clarence Thomas che Robert Boule, proprietario dello Smuggler’s Inn a Blaine, lungo il confine tra Stati Uniti e Canada, non poteva citare in giudizio l’agente Erik Egbert per aver usato la forza in modo eccessivo in violazione della Costituzione degli Stati Uniti Quarto emendamento divieto di perquisizioni e sequestri irragionevoli.

I giudici conservatori della corte erano in maggioranza ei suoi membri liberali in dissenso. La causa ha accusato Egbert di aver gettato a terra Boule dopo che l’oste si era opposto alle indagini dell’agente sullo stato di immigrazione di un cittadino turco che era ospite del bed and breakfast.

La corte ha anche ritenuto all’unanimità che Boule non poteva perseguire un’azione separata sotto la protezione della libertà di parola del Primo Emendamento accusando Egbert di ritorsioni illegali contro di lui per essersi lamentato del suo trattamento per mano dell’agente.

La corte ha annullato una sentenza del 2021 della 9th US Circuit Court of Appeals con sede a San Francisco che si era schierata con Boule, consentendo alla sua causa intentata nel 2017 di procedere.

La decisione della Corte Suprema è stata l’ultima di una serie di sentenze della sua maggioranza conservatrice che limitano la portata di una decisione del 1971 che consente alle persone di citare in giudizio i funzionari federali individualmente per violazioni dei diritti civili. La corte si è fermata prima di ribaltare quel precedente in un caso chiamato Bivens v. Six Unknown Named Agents.

Fino al Congresso

Thomas ha scritto che spetta al Congresso, non ai tribunali, decidere in quali circostanze i funzionari federali possono essere citati in giudizio, osservando che la sentenza del 1971 “non mancano di detrattori”.

Allo stesso modo, la corte nel 2020 ha stabilito che un agente della pattuglia di frontiera non poteva essere citato in giudizio per aver sparato a morte a un adolescente messicano che si trovava sul suolo messicano.

Il bed-and-breakfast di Boule era noto agli agenti federali come un luogo in cui sarebbero rimaste le persone che cercavano di attraversare il confine illegalmente, secondo la sentenza. Boule offriva un servizio navetta per il confine, addebitava una notte di alloggio anche se gli ospiti non avevano intenzione di rimanere e spesso informava gli agenti delle persone che soggiornano con lui. Guidava un’auto con targa personalizzata con su scritto: “TRABBANDIERE”.

Nel 2021 Boule è stato condannato in Canada per aver aiutato a portare di nascosto persone nel paese.

L’incidente del 2014 si è verificato quando Boule ha detto a Egbert di un ospite turco in un bed and breakfast. Egbert è arrivato allo stabilimento per controllare lo stato di immigrazione dell’ospite. Boule ha chiesto a Egbert di lasciare la proprietà, provocando un alterco fisico in cui Egbert avrebbe spinto Boule contro un’auto e lo avrebbe spinto a terra, secondo i documenti del tribunale.

La causa ha accusato Egbert di aver chiesto a varie agenzie statunitensi, tra cui l’Internal Revenue Service, di indagare su Boule, che era la base della richiesta di ritorsione dell’albergatore.

FILE - Il giudice associato Sonia Sotomayor siede durante una foto di gruppo alla Corte Suprema di Washington, 23 aprile 2021.

FILE – Il giudice associato Sonia Sotomayor siede durante una foto di gruppo alla Corte Suprema di Washington, 23 aprile 2021.

Il giudice Sonia Sotomayor ha scritto in un’opinione dissenziente che la richiesta di forza eccessiva avrebbe dovuto essere consentita in base ai precedenti esistenti.

“La corte fa di tutto per evitare questo risultato”, ha scritto Sotomayor, aggiungendo che la sentenza di mercoledì impedisce le rivendicazioni sui diritti civili presentate da “molti che subiranno gravi violazioni costituzionali per mano di agenti federali”.

Source link
#sentenza #della #Corte #Suprema #degli #Stati #Uniti #limita #possibilità #citare #giudizio #funzionari #federali

%d bloggers like this: