ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

La “partenza forzata differita” per i liberiani continua senza giustificazione #partenza #forzata #differita #liberiani #continua #senza #giustificazione #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

La “partenza forzata differita” per i liberiani continua senza giustificazione

Di Elizabeth Jacobs

All’inizio di questa estate, il presidente Biden ha emesso a memorandum che ha esteso e ampliato la partenza forzata differita (DED) per i liberiani fino al 30 giugno 2024. Il presidente ha fornito solo una giustificazione superficiale per continuare a esentare la maggior parte dei liberiani dall’applicazione dell’immigrazione.

(Questo è di nuovo nelle notizie perché USCIS oggi ha pubblicato a Registro federale avviso sull’autorizzazione al lavoro e al viaggio per i liberiani con DED.)

Secondo l’USCIS, la DED rinvia “la rimozione di qualsiasi cittadino liberiano, o individuo senza nazionalità che ha risieduto abitualmente per l’ultima volta in Liberia, che è presente negli Stati Uniti e che era coperto dalla DED al 30 giugno 2022”. Rinvia inoltre la rimozione di “qualsiasi cittadino liberiano, o individuo senza nazionalità che abbia risieduto abitualmente per l’ultima volta in Liberia, che è stato fisicamente presente ininterrottamente negli Stati Uniti dal 20 maggio 2017”. DED estende la possibilità di soggiorno e lavoro agli stranieri irregolari e alle persone con visto noinimmigrant (temporaneo).

A differenza della maggior parte delle azioni esecutive che proteggono illegalmente gli stranieri negli Stati Uniti dall’applicazione dell’immigrazione, la DED non si basa sulla discrezione del pubblico ministero. Piuttosto, la DED è stata creata come una propaggine del presidente poteri degli affari esteri ai sensi dell’articolo II della Costituzione degli Stati Uniti. Finché il presidente crede che garantire la protezione dall’allontanamento e dall’autorizzazione al lavoro sia nell’interesse degli affari esteri degli Stati Uniti, l’argomento è che il presidente è in grado di creare questa politica extra-statutaria e il presidente può farlo indipendentemente dal fatto che tale programma è in diretto conflitto con le disposizioni della legge federale sull’immigrazione. I presidenti hanno emesso la DED nonostante il fatto che la Costituzione degli Stati Uniti attribuisca al Congresso, non all’esecutivopotere plenario sull’immigrazione.

Come ha spiegato il Center for Immigration Studies in maggiori dettaglil, ai liberiani è stata fornita protezione temporanea dalla deportazione per la prima volta nel 1991, quando il loro paese era impegnato in una guerra civile, in base a una base legale chiamata Temporary Protected Status (TPS). Il Congresso ha creato il TPS per frenare l’uso eccessivo della libertà condizionale da parte del ramo esecutivo fornendo un meccanismo legale per consentire ad alcuni stranieri rimovibili soggetti a serie preoccupazioni umanitarie a casa di rimanere e lavorare negli Stati Uniti. In particolare, la sezione 244 dell’Immigration and Nationality Act consente al DHS di designare il TPS solo in paesi soggetti a 1) un conflitto armato in corso che “rappresenterebbe una seria minaccia per l’incolumità personale” dei cittadini del paese se rimpatriati; 2) un disastro ambientale che renda tale Paese “incapace, temporaneamente, di gestire adeguatamente il rimpatrio”; oppure 3) condizioni straordinarie e temporanee che devono impedire ai cittadini di “rientrare in sicurezza nello Stato”.

Da allora le protezioni per i liberiani dalla deportazione sono state estese da sei diversi presidenti – George HW Bush, Bill Clinton, George W. Bush, Barack Obama, Donald Trump e Joseph Biden – tuttavia, ora ha assunto molto spesso la forma di DED Il TPS non è più giustificato dalla legge. TPS è stato concesso un’altra volta nel 2014, ma non a causa di condizioni politiche. A quel tempo, il TPS era giustificato a causa dello scoppio della malattia da virus Ebola in Africa occidentale. Il presidente Obama ha prontamente riavviato la DED per i liberiani al momento della scadenza della designazione TPS della Liberia, adducendo solo “ragioni convincenti di politica estera”.

Poiché la DED deriva esclusivamente dai poteri in materia di affari esteri del presidente e non ha basi statutarie, non ci sono requisiti procedurali o soglie legali che devono essere soddisfatte affinché il presidente possa emettere o estendere la protezione. Di conseguenza, il presidente è in grado di continuare a emettere ed estendere DED senza alcuna articolazione degli specifici interessi di politica estera che sono serviti attraverso il suo uso continuato.

In effetti, nel suo memorandum di giugno, il presidente Biden ha continuato a giustificare la proroga semplicemente affermando che ci sono “motivi impellenti di politica estera” per estendere la DED e fornire protezione dall’allontanamento a coloro che sono arrivati ​​negli Stati Uniti fino al 20 maggio 2017 (la data dell’ultima proroga dell’ex presidente Trump). Quali sono i motivi convincenti di politica estera, se questi motivi prevalgono su altre considerazioni politiche o se un trattamento speciale per i liberiani sia giustificato quando i cittadini di quasi tutti gli altri paesi (a parte il Venezuela e Hong Kong, anch’essi coperti dalla DED) devono attenersi al le leggi sull’immigrazione stabilite dal Congresso, tuttavia, apparentemente non sono affari pubblici.

Leggi di più di questo rapporto

(Visitato 51 volte, 51 visite oggi)

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#partenza #forzata #differita #liberiani #continua #senza #giustificazione

%d bloggers like this: