ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

La Corte Suprema del Messico vieta i controlli sull’immigrazione “casuali”. #Corte #Suprema #del #Messico #vieta #controlli #sullimmigrazione #casuali

La Corte Suprema del Messico vieta i controlli sull’immigrazione “casuali”.

La Corte Suprema del Messico ha raggiunto a sentenza storica la scorsa settimana, ribaltando una disposizione legale che consente agli agenti di immigrazione di fermare chiunque e chiedere la prova del loro status giuridico. La sentenza è arrivata dopo anni di contenziosi da parte di gruppi per i diritti umani e potrebbe avere un profondo impatto sulla politica di immigrazione pesante del Messico, spinta dalle pressioni degli Stati Uniti per impedire ai migranti di raggiungere il confine.

La corte si è pronunciata a favore dei membri di una famiglia indigena Tzeltal Maya che era stata ingiustamente detenuta e, in un caso, torturata da agenti dell’immigrazione che sospettavano fossero migranti guatemaltechi privi di documenti che cercavano di raggiungere gli Stati Uniti. I tre fratelli, Amy, Esther e Alberto, stavano viaggiando su un autobus dalla loro casa nello stato del Chiapas, nel sud del Messico, per lavorare come braccianti nel nord. È normale che le persone del sud più povero del Messico si rechino nel nord più ricco per lavoro.

Quando l’autobus ha raggiunto un posto di blocco, gli agenti dell’immigrazione hanno detto che i fratelli, che parlano uno spagnolo limitato, “non sembravano messicani”. Hanno mostrato i documenti d’identità ma gli agenti li hanno definiti “falsi” e hanno mandato i fratelli in punizione. Lì, gli agenti hanno picchiato Alberto e gli hanno dato scosse elettriche fino a quando non ha firmato i documenti – anche se non sa leggere o scrivere – accettando di essere deportato in Guatemala.

Le fermate e i checkpoint per l’immigrazione sono diventati comuni in tutto il Messico. Soldati e agenti dell’immigrazione salgono sugli autobus, fermano le auto, fermano le persone negli aeroporti, fanno irruzione negli hotel e nei parchi e nelle piazze di pattuglia per arrestare i migranti privi di documenti. Di solito prendono di mira persone nere, marroni o indigene. Ciò include spesso indigeni messicani o afro-messicani che sono spesso detenuti, molestati o addirittura deportati ingiustamente.

La corte ha affermato che l’attuale legge sull’immigrazione viola i diritti costituzionali all’uguaglianza e alla non discriminazione, poiché ha avuto un impatto sproporzionato sugli indigeni e sugli afro-messicani, a causa della mancanza di criteri oggettivi per determinare chi dovrebbe essere sottoposto a screening, il che ha consentito agli agenti di condurre i controlli in base all’etnia, al colore della pelle o alla lingua. Ha anche riscontrato che la legge viola il diritto costituzionale alla libera circolazione che dovrebbe consentire a chiunque di viaggiare attraverso il Messico senza un documento d’identità, indipendentemente dalla nazionalità. Il Congresso deve ora modificare la legge.

Gli Stati Uniti fanno molto affidamento sul Messico per impedire ai migranti di raggiungere il confine. Le fermate e i checkpoint per l’immigrazione sono stati uno strumento chiave per raggiungere questo obiettivo. Hanno anche portato a gravi abusi contro messicani e non messicani allo stesso modo. Vietarli è una vittoria sui diritti umani che dovremmo celebrare.

Source link
#Corte #Suprema #del #Messico #vieta #controlli #sullimmigrazione #casuali

%d bloggers like this: