ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

La causa ambientale del gruppo anti-immigrazione può procedere – WFTV #causa #ambientale #del #gruppo #antiimmigrazione #può #procedere #WFTV #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

La causa ambientale del gruppo anti-immigrazione può procedere – WFTV

BOSTON — (AP) — Un gruppo anti-immigrazione ha ottenuto una vittoria legale nella sua causa federale sostenendo che l’amministrazione Biden ha violato la legge ambientale quando ha interrotto la costruzione del muro di confine meridionale degli Stati Uniti e ha cercato di annullare altre politiche sull’immigrazione dell’ex presidente Donald Trump.

Un giudice federale di Washington, DC, ha stabilito la scorsa settimana che una causa intentata dalla Coalition for Immigration Reform del Massachusetts contro tre agenzie federali può procedere, almeno in parte.

Il giudice Trevor McFadden ha affermato che il tribunale distrettuale federale ha giurisdizione per esaminare il caso, sebbene abbia respinto due delle 11 affermazioni del gruppo dell’area di Boston.

Il Center for Immigration Studies, un gruppo con sede a Washington, DC che sostiene una minore immigrazione che ha intentato la causa a nome della coalizione del Massachusetts, ha acclamato la decisione.

“Risolvere questa domanda è attesa da tempo”, ha dichiarato mercoledì Julie Axelrod, direttrice del contenzioso del centro. “I massicci impatti dell’immigrazione negli Stati Uniti, compreso il degrado ai confini meridionali, le nostre infrastrutture, l’espansione urbana incontrollata, l’inquinamento, le emissioni globali di carbonio e tutte le altre considerazioni ambientali sono diventati impossibili da spazzare sotto il tappeto”.

La causa sostiene che l’amministrazione Biden ha violato la legge ambientale federale quando ha interrotto la costruzione del muro, ha posto fine al controverso processo di asilo “Rimani in Messico” di Trump, ha ampliato i programmi di rifugiati per afgani, centroamericani e altre popolazioni e ha allentato alcune politiche per il pattugliamento delle frontiere e l’immigrazione agenti esecutivi, tra le altre misure.

La coalizione del Massachusetts, che, secondo il suo sito web, cerca di “ridurre drasticamente l’immigrazione” per motivi ambientali, afferma che il Dipartimento di Stato, il Dipartimento di giustizia e il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti avrebbero dovuto condurre un’analisi dell’impatto ambientale prima di implementare i cambiamenti sull’immigrazione, poiché previsto dalla legge nazionale sulla politica ambientale.

“Se la NEPA dovrebbe applicarsi a qualsiasi politica del governo, dovrebbe essere alle politiche federali che inducono la crescita della popolazione”, afferma l’organizzazione nella sua denuncia. “Quando il governo federale sceglie di creare crescita demografica attraverso l’immigrazione, prende una decisione che produce conseguenze ambientali significative e prevedibili”.

Anche sei persone della Pennsylvania, del Minnesota e dell’Arizona che affermano di aver affrontato le conseguenze ambientali della politica federale sull’immigrazione sono nominate querelanti.

Steven Chance Smith, un allevatore di bestiame dell’Arizona, afferma che i migranti che attraversano il confine meridionale lasciano spazzatura, appiccano incendi e influiscono negativamente sulla sua terra in altri modi. Dice che anche la sua famiglia è preoccupata per la presenza di membri del cartello della droga e trafficanti di esseri umani.

“La vita al confine durante le migrazioni di massa è molto stressante”, afferma la causa. “La terra viene invasa e costantemente degradata”.

Il giudice McFadden ha respinto i conteggi secondo cui il manuale di istruzioni del Dipartimento per la sicurezza interna viola la legge ambientale e che l’amministrazione Biden avrebbe dovuto preparare un’analisi ambientale “programmatica” delle sue azioni relative all’immigrazione. La prossima udienza è fissata per il 29 settembre.

I portavoce delle tre agenzie citate nella causa non hanno risposto mercoledì alle e-mail in cerca di commenti.

Biden ha interrotto la costruzione dei muri di confine dopo essere entrato in carica nel 2021, ma ha consentito il lavoro in circostanze molto limitate.

All’inizio di questo mese, la sua amministrazione ha ufficialmente posto fine alla politica dell’era Trump “Remain in Mexico” che richiedeva ai richiedenti asilo di aspettare in Messico per le udienze presso il tribunale dell’immigrazione degli Stati Uniti dopo che la Corte Suprema aveva stabilito a giugno che poteva farlo.


#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#causa #ambientale #del #gruppo #antiimmigrazione #può #procedere #WFTV

%d bloggers like this: