ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Il governatore del Texas Greg Abbott ordina allo stato di catturare i migranti e rilasciarli sui ponti | Nazione #governatore #del #Texas #Greg #Abbott #ordina #allo #stato #catturare #migranti #rilasciarli #sui #ponti #Nazione

Il governatore del Texas Greg Abbott ordina allo stato di catturare i migranti e rilasciarli sui ponti | Nazione

AUSTIN, Texas — Giovedì il governatore del Texas Greg Abbott ha detto alla polizia di stato e ai soldati della Guardia nazionale del Texas di iniziare a fermare gli immigrati illegali e portarli ai porti di ingresso, senza più tenerli sotto custodia statale.

La mossa è stata subito denunciata da destra e sinistra.

Abbott, tuttavia, ha difeso la sua azione. Ha affermato che il presidente Joe Biden non è riuscito a prevenire una “invasione” di uno stato, allentando le politiche del suo predecessore in un modo che ha alimentato un’ondata di immigrati non autorizzati.

Tuttavia, Abbott si è fermato prima di placare gli intransigenti dell’immigrazione. Non ha né dichiarato una “invasione” né ordinato ai migranti di essere respinti attraverso il fiume Rio Grande nei punti in cui hanno attraversato.

“Nessuna modifica significativa alla politica attuale. Questo è ancora cattura e rilascio “, ha twittato un gruppo associato all’ex funzionario della sicurezza interna Ken Cuccinelli, che ha favorito un approccio più duro.

L’effetto dell’ordine di Abbott non è chiaro. Un portavoce di Abbott non ha restituito una richiesta di commento. Nemmeno il Dipartimento di Pubblica Sicurezza, che ha schierato migliaia di agenti al confine negli ultimi 16 mesi.

Gli studiosi di diritto hanno definito l’approccio legalmente discutibile e affermano che quasi certamente inviterà azioni legali. Uno ha ipotizzato che Abbott stia cercando di vedere se, con la nuova maggioranza conservatrice della Corte Suprema degli Stati Uniti, può innescare la riapertura di una decisione del 2012 che ha annullato gran parte della legge anti-immigrazione dell’Arizona..

Secondo la Costituzione degli Stati Uniti e la legge federale, il governo federale ha l’unico dovere di far rispettare la politica di immigrazione e frontiera. In casi specifici, noti come “accordi della sezione 287 (g)”, tuttavia, ha delegato le forze dell’ordine statali e locali per aiutare a far rispettare la legge federale sull’immigrazione.

La mossa di giovedì pone Abbott, un repubblicano, in una rotta di collisione ancora più drammatica con l’amministrazione di Biden, un democratico che secondo il governatore del Texas ha creato un’ondata di migranti segnalando ai cartelli della droga messicani che il confine sarebbe stato spalancato.

“Mentre il presidente Biden si rifiuta di fare il suo lavoro e di far rispettare le leggi sull’immigrazione emanate dal Congresso, lo stato del Texas si sta ancora una volta intensificando e intraprendendo azioni senza precedenti per proteggere gli americani e proteggere il nostro confine meridionale”, ha affermato Abbott in una dichiarazione scritta.

“I cartelli sono diventati incoraggiati e arricchiti dalle politiche di frontiera aperta del presidente Biden, contrabbando di un numero record di persone, armi e droghe mortali come il fentanil”.

L’ordine esecutivo di Abbott ordina agli ufficiali del Dipartimento di Pubblica Sicurezza e alle truppe della Guardia Nazionale del Texas di arrestare i migranti e “riportare quegli immigrati illegali al confine in un porto di ingresso”. Ma l’ordine non ha dettagli su come verrà applicata la politica. Abbott ha precedentemente affermato che l’idea che uno stato dichiari un’invasione e prenda il controllo dell’immigrazione potrebbe mettere le forze dell’ordine statali a rischio di essere perseguite dal Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti.

Per mesi, la Abbott è stata sotto pressione da parte dei funzionari dell’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump per dichiarare l’ondata di immigrati una “invasione” in base a una clausola raramente invocata della Costituzione degli Stati Uniti. Nelle primarie del GOP di marzo, Abbott ha affrontato un avversario, l’ex senatore dello stato del GOP di Dallas, Donald Huffines, che ha promesso che come governatore l’avrebbe fatto.

Martedì, Cuccinelli, che ha servito nell’amministrazione Trump, è apparso in una conferenza stampa a Brackettville, dove i funzionari della contea di Kinney hanno fatto la propria dichiarazione di “invasione”, una mossa senza basi legali.

Più tardi martedì, il tenente governatore Dan Patrick ha segnalato di sostenere la dichiarazione di invasione.

“Se veniamo invasi dalla Costituzione, penso che questo ci dia il potere di mettere le mani sulle persone e rimandarle indietro”, ha detto Patrick a Fox News. “Mettere le mani sulle persone e rimandarle indietro”.

Parlando delle importazioni del farmaco letale fentanil, Patrick ha detto: “Siamo stati attaccati, proprio come eravamo a Pearl Harbor. Questo è un attacco al pubblico americano, è un attacco ai nostri giovani, è un attacco al nostro confine. E il presidente deve alzarsi e reagire. E se non lo fa, allora deve dimettersi”.

I fautori della teoria legale dell'”invasione”, tuttavia, si sono lamentati dell’azione di Abbott giovedì non è andato abbastanza lontano perché non ha ordinato ai funzionari statali di riportare i migranti in Messico.

Gli studiosi costituzionali affermano che è assodato che il governo federale applichi la legge sull’immigrazione.

Nel suo ordine esecutivo, Abbott ha indicato una sezione della Costituzione degli Stati Uniti che afferma che gli stati non possono impegnarsi in una guerra, a meno che “non siano effettivamente invasi, o in un pericolo così imminente da non ammettere ritardi”.

Ha affermato che il governo federale “ha abbandonato il patto” in base al quale gli Stati Uniti “proteggeranno ciascuno (Stato in questa Unione) dall’invasione” e gli stati a loro volta cedono il controllo della politica estera e militare, dei dazi e delle tariffe al governo centrale.

La Costituzione è stata scritta in un momento in cui potrebbero essere necessarie settimane prima che la notizia di un attacco a uno stato si rechi nella capitale della nazione. Alcuni studiosi affermano che strappare il riferimento all'”invasione” dal suo contesto settecentesco per giustificare l’azione autonoma degli stati è una possibilità in un giorno di comunicazioni istantanee.

“L’idea che gli stati o le contee possano dichiarare che l’incapacità del presidente di controllare il confine e di far rispettare la legge sull’immigrazione costituisce un’invasione che conferisce loro il potere di intervenire mi sembra una follia che i tribunali non sosterrebbero mai”, ha affermato Lackland H. Bloom Jr. , professore alla Dedman School of Law della Southern Methodist University.

Fino a giovedì, la polizia di stato e i soldati della Guardia che Abbott ha inviato al confine nell’ambito dell’operazione Lone Star non hanno riportato i migranti al confine, ma li hanno invece arrestati per violazione di domicilio e altre accuse statali.

———

Source link
#governatore #del #Texas #Greg #Abbott #ordina #allo #stato #catturare #migranti #rilasciarli #sui #ponti #Nazione

%d bloggers like this: