ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Il giudice statunitense blocca il piano di Biden di porre fine alle espulsioni dal confine del Titolo 42 | Notizie sulla migrazione #giudice #statunitense #blocca #piano #Biden #porre #fine #alle #espulsioni #dal #confine #del #Titolo #Notizie #sulla #migrazione

Il giudice statunitense blocca il piano di Biden di porre fine alle espulsioni dal confine del Titolo 42 | Notizie sulla migrazione

Un giudice negli Stati Uniti ha bloccato il piano dell’amministrazione Biden di porre fine a una controversa politica sull’immigrazione che consente alle autorità statunitensi di respingere la maggior parte dei richiedenti asilo che arrivano al confine meridionale del paese con il Messico.

Venerdì il giudice distrettuale degli Stati Uniti Robert Summerhays ha emesso un’ingiunzione a livello nazionale che impedisce all’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden di revocare la politica nota come Titolo 42. Si prevedeva che fosse revocato il 23 maggio.

“Ciò significa che il titolo 42 non finirà presto”, ha twittato Aaron Reichlin-Melnick, consulente politico senior presso l’American Immigration Council, in merito alla decisione del giudice federale.

La sentenza arriva dopo che due dozzine di stati statunitensi hanno citato in giudizio l’amministrazione Biden per il suo piano, sostenendo che il titolo 42 dovrebbe rimanere in vigore perché non è stata data la dovuta considerazione al probabile aumento dei valichi di frontiera e ad altre questioni.

Il Dipartimento di Giustizia ha dichiarato in una breve dichiarazione venerdì sera che intende presentare ricorso.

L’amministrazione dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha invocato per la prima volta il titolo 42 nel marzo 2020 quando il COVID-19 ha invaso il paese, sostenendo che mirava a prevenire la diffusione del virus.

Ma il mese scorso, i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno affermato che la misura “non era più necessaria” e il Dipartimento per la sicurezza interna ha affermato che ne avrebbe interrotto l’uso al confine.

“Il CDC ha ora determinato, nella sua opinione di esperti, che continuare a fare affidamento su questa autorità [Title 42] non è più garantito alla luce delle attuali circostanze di salute pubblica. Quella decisione è stata un legittimo esercizio dell’autorità del CDC”, ha affermato il Dipartimento di Giustizia nella dichiarazione di venerdì.

Da quando è stata introdotta la restrizione sono state effettuate oltre 1,9 milioni di espulsioni del Titolo 42, con la stragrande maggioranza dei richiedenti asilo rapidamente espulsi in Messico o nei loro paesi di origine senza la possibilità di richiedere asilo negli Stati Uniti.

Difensori dei diritti ed esperti di immigrazione hanno chiesto all’amministrazione Biden di porre fine all’uso del Titolo 42, che secondo loro viola il diritto statunitense e internazionale e mette i richiedenti asilo già vulnerabili a rischio di rapimento, tortura, stupro e altre violenze in Messico.

“Richiedere asilo è un diritto legale”

I gruppi per i diritti umani hanno denunciato la sentenza di venerdì come un affronto al diritto di chiedere asilo.

“Questa causa serve solo a impedire alle famiglie vulnerabili e ai bambini vittime di indicibili violenze, persecuzioni e sfruttamento di esercitare il loro diritto legale di chiedere asilo”, ha affermato Krish O’Mara Vignarajah, presidente del Lutheran Immigration and Refugee Service (LIRS), un’agenzia di reinsediamento .

“Oltre al devastante impatto umanitario del Titolo 42, la sentenza non riconosce nemmeno il diritto nazionale e internazionale consolidato. Chiedere asilo è un diritto legale, eppure questo fondamento del sistema legale americano si sta rapidamente erodendo in un momento di necessità senza precedenti”, ha affermato Vignarajah in una nota.

I richiedenti asilo si abbracciano vicino al muro di confine tra Stati Uniti e Messico
I gruppi per i diritti umani hanno denunciato il titolo 42 come una violazione del diritto statunitense e internazionale [File: Go Nakamura/Reuters]

Anche Al Otro Lado, un gruppo di sostegno e sostegno ai migranti che opera negli Stati Uniti meridionali e in Messico, ha denunciato la decisione come un’estensione della sofferenza al confine.

“I genitori stanno mandando i loro figli attraverso il confine da soli per salvargli la vita. Questo è il #Titolo42 + la sua estensione significa solo sofferenza indefinita”, il gruppo disse su Twitter.

“Il titolo 42 ha causato enormi danni alle persone in cerca di sicurezza. Continuare a manipolare questa legge sulla salute pubblica è al di là della crudeltà”, anche l’American Civil Liberties Union (ACLU). disse.

Da parte loro, diversi funzionari repubblicani hanno salutato la sentenza, dipingendola come una battuta d’arresto per i piani di immigrazione di Biden, che secondo loro mirano a indebolire la sicurezza del confine.

Il senatore Bill Cassidy, che rappresenta la Louisiana, ha invocato il suo sostegno alla nomina del giudice Summerhays sotto l’ex presidente Trump accogliendo favorevolmente la decisione.

“Un giudice della Louisiana ha appena interrotto il disastroso piano di Biden di peggiorare la crisi del confine abrogando il titolo 42. Dobbiamo fornire alla Border Patrol gli strumenti di cui hanno bisogno per proteggere il confine, non portarli via”, ha scritto su Twitter. “Orgoglioso di dire che ho sostenuto la nomina del giudice Summerhays.”

“La nostra richiesta di impedire all’amministrazione Biden di revocare il titolo 42 è stata appena accolta da un giudice federale”, ha twittato Jason Miyares, procuratore generale della Virginia, aggiungendo che è stata “una ENORME vittoria per la sicurezza del nostro confine”.

Pressione politica

Biden ha dovuto affrontare una crescente pressione politica da parte dei repubblicani e persino di alcuni membri del suo Partito Democratico per il titolo 42, soprattutto mentre il paese si prepara per le elezioni di medio termine di novembre.

Manuel Rapalo di Al Jazeera, riportando da Città del Messico, ha affermato che il dibattito politico a Washington sull’immigrazione “è molto nelle menti” delle migliaia di migranti e richiedenti asilo in attesa sul lato messicano del confine.

“Proprio questa settimana ci sono state manifestazioni fuori dal consolato degli Stati Uniti a Tijuana [in northern Mexico] da migranti che chiedevano ai funzionari statunitensi di revocare il titolo 42″, ha detto Rapalo venerdì.

“Una cosa che preoccupa qui in Messico è che… il titolo 42 è stato usato come pretesto per interrompere il tradizionale processo di asilo negli Stati Uniti, e mentre il processo di asilo rimane rallentato… quel numero di migranti e richiedenti asilo continua a si accumulano qui in Messico, mettendo più pressione sulle risorse a disposizione del governo messicano”.

Nel frattempo, i sostenitori dei diritti hanno anche criticato il presidente degli Stati Uniti e il suo partito democratico per non aver ribaltato alcune delle politiche intransigenti e anti-immigrazione del suo predecessore, nonostante detenessero una sottile maggioranza al Congresso.

“Il presidente Biden avrebbe potuto porre fine al titolo 42 e a tutte le politiche disumane e immorali di Trump non appena è entrato in carica nel gennaio 2021”, ha affermato Tami Goodlette, direttore del contenzioso presso RAICES, un’organizzazione di servizi legali per l’immigrazione in Texas, in un dichiarazione condiviso dal gruppo su Twitter.

“Invece, si è circondato di consiglieri centristi che hanno coccolato i suoi timori sulla riforma dell’immigrazione e hanno abbracciato la deterrenza come priorità centrale sull’immigrazione”.

Source link
#giudice #statunitense #blocca #piano #Biden #porre #fine #alle #espulsioni #dal #confine #del #Titolo #Notizie #sulla #migrazione

%d bloggers like this: