ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Il contrabbando di migranti al confine ora un affare da miliardi di dollari #contrabbando #migranti #confine #ora #affare #miliardi #dollari #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Il contrabbando di migranti al confine ora un affare da miliardi di dollari

CARRIZO SPRINGS, Texas — Dalla strada, la casetta marrone era insignificante ma piacevole. Uno scuolabus giocattolo giallo brillante e un camion rosso erano appesi al recinto di filo spinato e la facciata della casa presentava una grande stella solitaria del Texas. Ma nel cortile di casa c’era una casa mobile sventrata che un pubblico ministero in seguito descrisse come una “casa degli orrori”.

È stato scoperto un giorno del 2014, quando un uomo chiamò dal Maryland per riferire che il suo patrigno, Moises Ferrera, un migrante dell’Honduras, era detenuto lì e torturato dai trafficanti che lo avevano portato negli Stati Uniti. I suoi rapitori volevano più soldi, ha detto il figliastro, e stavano picchiando ripetutamente le mani del signor Ferrera con un martello, giurando di continuare fino a quando la sua famiglia non glielo avrebbe inviato.

Quando agenti federali e agenti dello sceriffo sono scesi alla casa, hanno scoperto che il signor Ferrara non era l’unica vittima. La loro indagine ha scoperto che i trafficanti avevano tenuto in ostaggio centinaia di migranti a scopo di riscatto. Avevano arti mutilati e donne violentate.

“Quello che è emerso è l’argomento della fantascienza, di un film dell’orrore – e qualcosa che semplicemente non vediamo negli Stati Uniti”, ha detto il pubblico ministero, Matthew Watters, a una giuria quando i trafficanti accusati sono stati processati. I cartelli della criminalità organizzata, ha detto, hanno “portato questo terrore oltre il confine”.

Ma se è stato uno dei primi casi del genere, non è stato l’ultimo. Il traffico di migranti al confine meridionale degli Stati Uniti si è evoluto negli ultimi 10 anni da una rete dispersa di “coyote” freelance in un business internazionale multimiliardario controllato dalla criminalità organizzata, inclusi alcuni dei cartelli della droga più violenti del Messico.

La morte di 53 migranti a San Antonio il mese scorso che erano stati stipati nel retro di un rimorchio soffocante senza aria condizionata – l’incidente di contrabbando più mortale nel paese fino ad oggi – è avvenuta a causa dell’inasprimento delle restrizioni ai confini degli Stati Uniti, esacerbato da un pubblico legato alla pandemia norme sanitarie, hanno incoraggiato più migranti a rivolgersi ai trafficanti.

Mentre i migranti hanno affrontato a lungo rapimenti ed estorsioni nelle città di confine messicane, tali incidenti sono in aumento da parte degli Stati Uniti, secondo le autorità federali.

Più di 5.046 persone sono state arrestate e accusate di traffico di esseri umani lo scorso anno, rispetto alle 2.762 del 2014.

Nell’ultimo anno, gli agenti federali hanno fatto irruzione nei nascondigli che ospitano dozzine di migranti quasi ogni giorno.

Il titolo 42, l’ordinanza di sanità pubblica introdotta dall’amministrazione Trump all’inizio della pandemia di coronavirus, ha autorizzato l’espulsione immediata di coloro che sono stati sorpresi ad attraversare illegalmente il confine, consentendo ai migranti di attraversarlo ripetutamente nella speranza di riuscirci. Ciò ha portato a un’escalation sostanziale del numero di incontri di migranti al confine – 1,7 milioni nell’anno fiscale 2021 – e a una vivace attività per i trafficanti.

A marzo, agenti vicino a El Paso hanno soccorso in un solo giorno 34 migranti da due container senza ventilazione. Il mese successivo, 24 persone trattenute contro la loro volontà sono state trovate in un nascondiglio.

Le forze dell’ordine si sono impegnate in così tanti inseguimenti ad alta velocità di contrabbandieri ultimamente a Uvalde, in Texas – ci sono stati quasi 50 di questi “salvataggi” in città tra febbraio e maggio – che alcuni dipendenti della scuola hanno affermato di non aver preso sul serio un ordine di blocco durante una sparatoria di massa a maggio perché così tanti blocchi precedenti erano stati ordinati quando i trafficanti correvano per le strade.

Teófilo Valencia, i cui figli di 17 e 19 anni sono morti nella tragedia di San Antonio, ha detto di aver contratto un prestito contro la casa di famiglia per pagare ai trafficanti $ 10.000 per il trasporto di ogni figlio.

Le tariffe variano in genere da $ 4.000, per i migranti provenienti dall’America Latina, a $ 20.000, se devono essere spostati dall’Africa, dall’Europa orientale o dall’Asia, secondo Guadalupe Correa-Cabrera, esperto di contrabbando alla George Mason University.

Per anni, i coyote indipendenti hanno pagato ai cartelli una tassa per spostare i migranti attraverso il territorio che controllavano lungo il confine, e i sindacati criminali sono rimasti fedeli alla loro tradizionale linea di business, il contrabbando di droga, che era molto più redditizio.

Le cose hanno iniziato a cambiare intorno al 2019, ha detto al Congresso Patrick Lechleitner, vicedirettore ad interim dell’Immigration and Customs Enforcement degli Stati Uniti, l’anno scorso. L’enorme numero di persone che cercano di attraversare il traffico ha reso il traffico di migranti un irresistibile fonte di denaro per alcuni cartelli, ha affermato.

Le imprese hanno team specializzati in logistica, trasporti, sorveglianza, ripostigli e contabilità, tutti a supporto di un settore i cui ricavi sono saliti a circa 13 miliardi di dollari oggi dai 500 milioni di dollari del 2018, secondo Homeland Security Investigations, l’agenzia federale che indaga su questi casi .

I migranti vengono spostati in aereo, autobus e veicoli privati. In alcune regioni di confine, come lo stato messicano di Tamaulipas, i trafficanti applicano fascette colorate ai polsi dei migranti per indicare che appartengono a loro e quali servizi stanno ricevendo.

“Stanno organizzando la merce in modi che non potresti mai immaginare cinque o 10 anni fa”, ha detto la signora Correa-Cabrera.

Gruppi di famiglie centroamericane che hanno recentemente attraversato il Rio Grande fino a La Joya, in Texas, indossavano braccialetti blu con il logo del cartello del Golfo, un delfino e la parola “entregas” o “consegne” – il che significa che intendevano arrendersi agli Stati Uniti autorità e chiedere asilo. Una volta attraversato il fiume, non erano più affari del cartello.

In precedenza, i migranti che entravano a Laredo, in Texas, attraversavano il fiume da soli e sbiadivano nel denso paesaggio urbano. Ora, secondo le interviste ai migranti e alle forze dell’ordine, è impossibile attraversare senza pagare un coyote legato al Cartello del Noreste, una scheggia del sindacato Los Zetas.

I trafficanti spesso arruolano adolescenti per trasportare gli arrivi nei nascondigli nei quartieri della classe operaia. Dopo aver radunato diverse dozzine di persone, caricano i migranti su camion parcheggiati nel vasto distretto di magazzini di Laredo intorno a Killam Industrial Boulevard.

“Gli autisti vengono reclutati nei bar, nelle giunzioni, nelle fermate dei camion”, ha detto Timothy Tubbs, che è stato vice agente speciale incaricato delle indagini sulla sicurezza interna per Laredo fino al suo ritiro a gennaio.

Le piattaforme per il trasporto di migranti si fondono con i 20.000 camion che viaggiano ogni giorno sull’autostrada I-35 da e per Laredo, il porto terrestre più trafficato del Paese. Gli agenti della pattuglia di frontiera appostati ai posti di blocco ispezionano solo una frazione di tutti i veicoli per garantire che il traffico continui a scorrere.

Il trattore-rimorchio scoperto il 27 giugno con il suo tragico carico aveva attraversato un posto di blocco a circa 30 miglia a nord di Laredo senza destare sospetti. Quando si fermò tre ore dopo su una strada remota a San Antonio, la maggior parte delle 64 persone all’interno erano già morte.

L’autista, Homero Zamorano Jr., uno dei due uomini incriminati giovedì in relazione alla tragedia, ha affermato di non essere a conoscenza del guasto del sistema di aria condizionata.

L’incidente del 2014 al nascondiglio in Texas ha portato all’arresto degli autori e a un successivo processo, fornendo uno sguardo insolitamente vivido alle tattiche brutali delle operazioni di contrabbando. Sebbene i rapimenti e le estorsioni avvengano con una certa frequenza, tali processi con testimoni che hanno collaborato sono relativamente rari, affermano le forze dell’ordine federali. Temendo l’espulsione, i parenti privi di documenti dei migranti rapiti chiamano raramente le autorità.

Quel caso è iniziato nella fitta regione della boscaglia a otto miglia dal Rio Grande, a Carrizo Springs, un popolare punto di transito per le persone che cercano di eludere il rilevamento. “Potresti nascondere un milione di elefanti qui, questo cespuglio è così fitto”, ha detto Jerry Martinez, un capitano dell’ufficio dello sceriffo della contea di Dimmit.

Il signor Ferrera, 54 anni, vittima della tortura, è emigrato per la prima volta negli Stati Uniti nel 1993, dirigendosi verso i cantieri di Los Angeles e San Francisco, dove ha guadagnato più di 10 volte quello che ha guadagnato in Honduras. Tornò a casa qualche anno dopo.

“A quei tempi, non avevi bisogno di un coyote”, ha detto in un’intervista dalla sua casa nel Maryland. “Sono venuto e sono andato un paio di volte.”

Quando è partito all’inizio del 2014, il signor Ferrera sapeva che avrebbe dovuto assumere un contrabbandiere per violare il confine. A Piedras Negras, in Messico, un uomo ha promesso di guidarlo fino a Houston. Il figliastro del signor Ferrera, Mario Pena, ha detto di aver trasferito $ 1.500 come pagamento.

Dopo aver raggiunto il Texas, il signor Ferrera e molti altri migranti sono stati consegnati alla roulotte a Carrizo Springs.

In poco tempo, il figliastro del signor Ferrera ha ricevuto una chiamata che richiedeva ulteriori $ 3.500. Ha detto che non aveva più soldi.

Le telefonate sono diventate frequenti e minacciose, ha ricordato il signor Pena in un’intervista; i contrabbandieri gli facevano sentire il suono delle urla e dei gemiti del suo patrigno mentre un martello gli scendeva sulle dita.

Il signor Pena è riuscito a trasferire $ 2.000 tramite Western Union, ha detto, ma quando i rapitori si sono resi conto che non potevano raccogliere il denaro perché era domenica, hanno intensificato i loro assalti.

Il signor Pena ha chiamato i servizi di emergenza sanitaria.

Secondo la testimonianza di uno degli agenti, Jonathan Bonds, le forze dell’ordine hanno trovato il signor Ferrera nel trailer “gravemente ferito fisicamente, con molto sangue addosso, sdraiato su un divano”.

Un altro migrante, spogliato fino alle mutande, si contorceva per il dolore, la mano picchiata tenuta in alto, nella camera da letto davanti. Nella camera da letto sul retro, gli agenti hanno incontrato una donna nuda, un’altra migrante, che era stata appena violentata da un trafficante uscito nudo dal bagno.

Il proprietario della casa, Eduardo Rocha Sr., che è andato da Lalo ed è stato identificato come il capo del giro di contrabbando, è stato arrestato insieme a molti altri, incluso suo figlio, Eduardo Rocha Jr. Il giovane signor Rocha ha testimoniato che la loro cellula era affiliata con il cartello Los Zetas e che in due anni aveva incanalato centinaia di migranti negli Stati Uniti e raccolto centinaia di migliaia di dollari.

L’anziano signor Rocha è stato condannato all’ergastolo. Suo figlio e l’uomo che aveva compiuto la maggior parte degli abusi fisici hanno ricevuto condanne a 15 e 20 anni.

Il sig. Ferrera ha testimoniato al loro processo. In quanto vittima di un crimine che aveva assistito le forze dell’ordine, gli è stato permesso di rimanere negli Stati Uniti. Ma la sua nuova vita aveva avuto un costo, che mostrò quando alzò il braccio destro davanti alla giuria, le dita ormai senza vita. “È così che è finita la mia mano”, ha detto.

Susan C. Beachy ha contribuito alla ricerca.

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#contrabbando #migranti #confine #ora #affare #miliardi #dollari

%d bloggers like this: