ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

I vescovi cattolici statunitensi fanno pressione sul Congresso per approvare una legislazione sul clima da 555 miliardi di dollari | battito di terra #vescovi #cattolici #statunitensi #fanno #pressione #sul #Congresso #approvare #una #legislazione #sul #clima #miliardi #dollari #battito #terra

I vescovi cattolici statunitensi fanno pressione sul Congresso per approvare una legislazione sul clima da 555 miliardi di dollari | battito di terra

Gli studenti delle scuole dei gesuiti della nazione si riuniscono vicino al Campidoglio degli Stati Uniti a Washington l'8 novembre 2021, per difendere l'ambiente e l'immigrazione nell'ambito dell'insegnamento della giustizia della famiglia ignaziana.  (SNC/Rhina Guidos)

Gli studenti delle scuole dei gesuiti della nazione si riuniscono vicino al Campidoglio degli Stati Uniti a Washington l’8 novembre 2021, per difendere l’ambiente e l’immigrazione nell’ambito dell’insegnamento della giustizia della famiglia ignaziana. Gli studenti hanno sostenuto questi problemi mentre il Congresso ha discusso il disegno di legge Build Back Better del presidente Joe Biden. (SNC/Rhina Guidos)

I vescovi statunitensi hanno espresso il loro sostegno alla legislazione federale che indirizzerebbe circa mezzo trilione di dollari per affrontare il cambiamento climatico, scrivendo ai legislatori di Washington che “questo è un momento critico” per gli investimenti sul clima e il pacchetto di politiche proposto “offre un percorso completo al raggiungimento di emissioni nette zero”.

Il sostegno dei vescovi a un disegno di legge sul clima da 555 miliardi di dollari che languiva a Capitol Hill da mesi è arrivato tramite una lettera dell’8 giugno ai membri del Congresso dell’arcivescovo Paul Coakley, presidente del Comitato per la giustizia interna e lo sviluppo umano della Conferenza episcopale degli Stati Uniti .

“Questo è un momento critico per approvare la legislazione sul clima se gli Stati Uniti vogliono raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni dell’Accordo di Parigi e vi chiedo ancora una volta di lavorare per politiche che aiutino a promuovere la cura del creato e di coloro che sono ai margini della società, rispettando il diritti e dignità di ogni vita umana”, ha scritto Coakley.

Leggi di più:

Icona PDF Lettera al Congresso sul finanziamento del cambiamento climatico_8 giugno 2022.pdf

La lettera è l’ultima spinta dei cattolici statunitensi al Congresso per approvare le centinaia di miliardi di dollari in disposizioni sul clima, una volta incluse nell’ormai inattivo Build Back Better Act, che costituiscono la spina dorsale della promessa di riduzione delle emissioni degli Stati Uniti nell’ambito dell’accordo di Parigi. A maggio, centinaia di cattolici hanno incontrato più di una dozzina di senatori chiedendo il loro “sì” su un pacchetto globale sul clima.

Per più di un anno, il presidente Joe Biden e i colleghi democratici al Congresso hanno cercato di approvare un’importante legislazione sul clima come parte di un disegno di legge sulla riconciliazione del bilancio che potrebbe passare attraverso il Senato con un voto a maggioranza semplice, aggirando un probabile ostruzionismo da parte dei repubblicani che sono stati fermamente contrario.

A novembre, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato il Build Back Better Act, un disegno di legge da 2 trilioni di dollari di programmi sociali globali che includeva 555 miliardi di dollari in investimenti per il clima in un decennio, tra cui: crediti d’imposta per progetti di energia pulita, veicoli elettrici ed energia miglioramenti dell’efficienza; fondi per aumentare la resilienza e l’adattamento al clima; una tassa sulle emissioni di metano; assistenza alle comunità più colpite dall’inquinamento e dai cambiamenti climatici; e la creazione di un Corpo Civile per il Clima. Insieme, le politiche costituiscono la maggior parte dell’impegno dell’amministrazione Biden nell’accordo di Parigi di ridurre le emissioni nazionali di almeno il 50% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030.

Gli investimenti sul clima – che sarebbero i più grandi della nazione per affrontare il cambiamento climatico – rimangono parte dei colloqui dei Democratici del Congresso che cercano di rilanciare una versione ridotta del Build Back Better Act, che è stato affondato a dicembre dopo il senatore Joe Manchin del West Virginia ha dichiarato di non poterlo sostenere.

Molti vedono l’attuale finestra come l’ultima possibilità per anni di far passare al Congresso una significativa legislazione sul clima, con la possibilità che i repubblicani prendano il controllo della Camera, del Senato o di entrambi nelle elezioni di medio termine di novembre.

Ad aggiungere urgenza alla scadenza ci sono le proiezioni degli scienziati secondo cui le azioni di questo decennio sono vitali affinché il mondo riduca sostanzialmente le emissioni globali di gas serra – di almeno il 45% entro il 2030 – per avere la possibilità di raggiungere l’obiettivo dell’accordo di Parigi per limitare l’aumento medio della temperatura globale a 1,5 gradi Celsius ed evitare inondazioni, siccità, incendi e tempeste molto più pericolose che dovrebbero accompagnare un maggiore riscaldamento.

“Questo è un momento critico per gli investimenti nella mitigazione del clima, nell’adattamento e nell’innovazione”, ha scritto Coakley ai legislatori, aggiungendo che i 555 miliardi di dollari della legge approvata dalla Camera in politiche climatiche “sono stati incoraggianti poiché tali politiche offrono un percorso completo per raggiungere emissioni nette zero. “

Ha affermato che gli Stati Uniti “hanno una chiara responsabilità nell’affrontare il cambiamento climatico” come principale fonte storica mondiale di emissioni di gas serra e tra i leader odierni sia nelle emissioni che nell’uso di energia.

L'arcivescovo Paul Coakley di Oklahoma City, visto in una foto non datata, ha inviato una lettera l'8 giugno ai membri del Congresso sollecitando il sostegno a una legislazione federale che indirizzerebbe 555 miliardi di dollari per affrontare il cambiamento climatico.  (CNS/cortesia Arcidiocesi di Oklahoma City)

L’arcivescovo Paul Coakley di Oklahoma City, visto in una foto non datata, ha inviato una lettera l’8 giugno ai membri del Congresso sollecitando il sostegno a una legislazione federale che indirizzerebbe 555 miliardi di dollari per affrontare il cambiamento climatico. È presidente del Comitato per la giustizia interna e lo sviluppo umano dell’USCCB. (CNS/cortesia Arcidiocesi di Oklahoma City)

L’arcivescovo di Oklahoma City, di uno stato ricco di petrolio e gas, ha citato l’enciclica di papa Francesco del 2015 “Laudato Si’su Care for Our Common Home” dove il papa ha delineato “l’urgenza di sviluppare politiche affinché, nei prossimi anni, si possano ridurre drasticamente le emissioni di anidride carbonica e di altri gas altamente inquinanti, sostituendo ad esempio i combustibili fossili e lo sviluppo di fonti di energia rinnovabile”.

“La cura per il creato, e in particolare il clima che influenza tutta la vita sulla terra, è parte integrante della cura per l’umanità”, ha scritto Coakley.

Ha definito l’immediato dispiegamento delle energie rinnovabili, ad esempio attraverso i 320 miliardi di dollari di crediti d’imposta sull’energia pulita previsti dal conto, tra i passi più convenienti e di impatto che il paese può intraprendere, e ha affermato che l’elettrificazione diffusa, anche nei veicoli, è “essenziale” per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni. Con ciò, ha affermato che è importante sostenere ulteriori ricerche e sviluppo sull’accumulo di energia, il potenziamento degli impianti nucleari e delle celle a idrogeno e l’uso della cattura del carbonio per rimuovere i gas già emessi dall’atmosfera.

‘La cura del creato, e specialmente del clima che influenza tutta la vita sulla terra, è parte integrante della cura dell’umanità.’
— L’arcivescovo Paul Coakley

Twitta questo

Coakley ha aggiunto che è fondamentale che nessuno venga lasciato indietro nella transizione verso l’energia pulita. Ha applaudito l’investimento di 20 miliardi di dollari previsto dal disegno di legge nelle cooperative elettriche rurali e nella conservazione dell’agricoltura e ha esortato a prestare particolare attenzione alle comunità storicamente svantaggiate dagli effetti del cambiamento climatico ea quelle i cui mezzi di sussistenza sono dipesi dall’estrazione e dall’estrazione di combustibili fossili.

L’arcivescovo dell’Oklahoma ha anche prestato il sostegno dei suoi colleghi vescovi ai cambiamenti nel codice fiscale e alle riforme dei prezzi dei farmaci da prescrizione che compenserebbero il costo degli investimenti per il clima.

Oltre alla lettera al Congresso, la conferenza episcopale degli Stati Uniti ha recentemente emesso un avviso di azione incoraggiando tutti i cattolici a chiedere ai loro rappresentanti eletti di approvare i 555 miliardi di dollari in misure climatiche. Entrambi fanno seguito a diverse lettere che la Conferenza episcopale ha inviato al Congresso lo scorso anno che hanno sostenuto la legislazione sul clima.

Il Catholic Climate Covenant di maggio ha organizzato più di 800 cattolici per incontrare senatori, sia democratici che repubblicani, di almeno 26 stati. Ulteriori fasi della campagna “Incontro per la nostra casa comune” dovrebbero essere annunciate entro la fine dell’estate. I gruppi interreligiosi hanno anche radunato le comunità religiose della nazione attorno alla legislazione sul clima potenzialmente storica.

La chiamata dei vescovi al Congresso arriva tra le voci all’interno della chiesa che chiedono anche loro di elevare il cambiamento climatico e il degrado ambientale tra le loro priorità, con alcuni giovani cattolici che si lamentano del silenzio climatico dei loro vescovi direttamente al papa. Altri hanno esortato i vescovi a impegnarsi a zero emissioni nette all’interno delle proprie diocesi.

Nella sua lettera, Coakley ha detto al Congresso che “gli investimenti di oggi determineranno la gamma di opzioni, i risultati economici e il benessere della vita umana e di tutto il creato negli anni a venire”.

«Come ci chiede papa Francesco, dobbiamo chiederci anche noi: ‘Che tipo di mondo vogliamo lasciare a chi verrà dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?’ “

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere newsletter gratuite da EarthBeat.

Source link
#vescovi #cattolici #statunitensi #fanno #pressione #sul #Congresso #approvare #una #legislazione #sul #clima #miliardi #dollari #battito #terra

%d bloggers like this: