ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

I tribunali assumono il ruolo di primo piano mentre la politica di immigrazione degli Stati Uniti rimane nel limbo | Notizia #tribunali #assumono #ruolo #primo #piano #mentre #politica #immigrazione #degli #Stati #Uniti #rimane #nel #limbo #Notizia

I tribunali assumono il ruolo di primo piano mentre la politica di immigrazione degli Stati Uniti rimane nel limbo | Notizia

WASHINGTON — A diciotto mesi dall’inizio dell’amministrazione Biden, la riforma dell’immigrazione si è bloccata nonostante le promesse elettorali di riforma del sistema, con il più recente movimento sulla politica dell’immigrazione distribuito dalla Corte Suprema degli Stati Uniti e dai tribunali federali inferiori.

La corte suprema governato a favore dell’amministrazione Biden con una decisione 5-4 del 30 giugno secondo cui il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti non ha violato la legge federale sull’immigrazione quando si è trasferito per porre fine alla politica “Rimani in Messico” dell’amministrazione Trump, nota come Protocolli di protezione dei migranti. È stata una vittoria rara per il presidente Joe Biden in mezzo a una serie di sconfitte alla fine del mandato della corte, tra cui l’aborto e il cambiamento climatico.

Il segretario del Dipartimento dei servizi umani Alejandro Mayorkas ha dichiarato durante un’intervista con ABC News domenica che l’agenzia sta pianificando di porre fine al programma dell’era Trump che costringeva i migranti in cerca di asilo a rimanere in Messico mentre i loro casi venivano elaborati attraverso il sistema giudiziario per l’immigrazione degli Stati Uniti. Ma ha detto che ci vorrà tempo.

“Dobbiamo attendere che la decisione della Corte Suprema sia effettivamente comunicata al tribunale di grado inferiore, al tribunale distrettuale federale e al distretto settentrionale del Texas e, una volta che ciò si verifica, il tribunale distrettuale dovrebbe revocare la sua ingiunzione che ci impedisce di porre fine al programma”, ha detto Mayorkas.

Ci sono circa 30.000 casi MPP pendenti, secondo il monitoraggio della Syracuse University.

Il senatore Marco Rubio, repubblicano della Florida, ha criticato l’amministrazione Biden per essersi mossa per porre fine alla politica del “Resta in Messico”.

“Questa decisione invierà un altro segnale alle reti di traffico e ai cartelli che il confine americano è spalancato”, ha affermato Rubio in una nota. “La retorica e le azioni spericolate del presidente Biden stanno incoraggiando l’immigrazione illegale e danneggiando il nostro Paese”.

Ma il senatore Ben Ray Luján, un democratico del New Mexico, ha affermato in una dichiarazione che la fine del programma “è il primo passo per rimediare ad anni di ingiustizia umanitaria”.

“Questa politica pericolosa e xenofoba stabilita dall’amministrazione Trump ha costretto decine di migliaia di bambini, famiglie e altri richiedenti asilo vulnerabili a condizioni insicure prima ancora che le loro richieste di asilo possano essere ascoltate”, ha affermato.

Luján ha aggiunto che sta continuando a lavorare con i suoi colleghi al Senato “per continuare la mia spinta di tutta la carriera per riparare il nostro sistema di immigrazione rotto”.

Notando l’orribile scoperta di 53 migranti che è morto in un rimorchio di un trattore abbandonato in Texas mentre tentava di entrare negli Stati Uniti, Mayorkas ha chiesto al Congresso di approvare la riforma dell’immigrazione. Ha anche difeso il messaggio dell’amministrazione sul dissuadere i migranti dall’attraversare il confine degli Stati Uniti. I repubblicani hanno ripetutamente attaccato Biden sulla politica di confine.

“Poiché il confine è stato una sfida per decenni, alla fine il Congresso deve approvare una legislazione per riparare una volta per tutte il nostro sistema di immigrazione rotto”, ha detto Mayorkas durante l’intervista alla ABC.

Il governatore repubblicano del Texas Greg Abbott si è affrettato ad incolpare Biden per la morte dei migranti trovati nel rimorchio del trattore.

“Queste morti sono su Biden”, ha scritto Abbott Twitter. “Sono il risultato delle sue politiche mortali di frontiera aperta”.

Mentre era a bordo dell’Air Force One, la segretaria stampa della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha detto ai giornalisti che “il fatto è che il confine è chiuso, motivo in parte per cui si vedono persone che cercano di fare questo viaggio pericoloso usando le reti di contrabbando”.

Il destino dei sognatori nelle corti

Senza l’azione del Congresso, le quasi 825.000 persone prive di documenti coperte dal programma Deferred Action for Childhood Arrivals, noto come Dreamers, rimangono nel limbo mentre le discussioni orali si sono svolte mercoledì in un tribunale di grado inferiore in Louisiana.

Il programma consente ai bambini che sono stati portati nel Paese illegalmente di ottenere la documentazione per il lavoro e permette loro di rimanere nel Paese.

Il Texas – nella sua causa originariamente con Alabama, Arkansas, Louisiana, Nebraska, South Carolina e West Virginia – ha affermato che il DACA ha posto un onere indebito per gli stati e che l’amministrazione Obama non ha seguito le procedure adeguate durante l’attuazione del programma.

Il programma doveva essere una soluzione temporanea, fino a quando il Congresso non potesse mettere in atto un percorso verso la cittadinanza per quei bambini, che ora sono adulti, ma a giugno il programma è entrato nel suo decimo anno.

La presidente della Camera Nancy Pelosi, democratica della California, ha affermato che i membri del suo partito devono essere preparati ad approvare una legislazione che crei un percorso verso la cittadinanza se dovessero vincere il caso DACA nella corte d’appello federale di New Orleans.

“Dobbiamo essere preparati a fare del rispetto per i nostri Sognatori la legge del paese”, ha affermato in una nota.

Nel discorso di Biden sullo stato dell’Unione all’inizio di quest’anno, ha affermato che il paese ha bisogno di “fornire un percorso verso la cittadinanza per i sognatori” e ha invitato il Congresso ad approvare un disegno di legge, in modo da poterlo firmare in legge.

Ma qualsiasi riforma sull’immigrazione non è stata approvata dal Congresso e rimane in gran parte bloccata.

Titolo 42

Nel frattempo, l’amministrazione Biden è stata bloccata da giudici conservatori, anche nel tentativo di porre fine alla controversa politica del Titolo 42. Quella politica dell’era Trump consente agli Stati Uniti di espellere i migranti che chiedono asilo durante un periodo di crisi sanitaria, come la pandemia di coronavirus.

“Non dovremmo usare una legge sulla salute pubblica per far rispettare la legge sull’immigrazione”, ha affermato il presidente dell’American Immigration Lawyers Association, Jeremy McKinney. “La legge sulla salute pubblica dovrebbe essere guidata dalla scienza e non dalla politica dell’anno elettorale, in particolare proveniente dallo stesso tipo che si è opposto a ogni misura di salute pubblica dall’inizio del COVID”.

L’amministrazione Biden si è mossa per eliminare il programma, ma dopo che il Texas ha citato in giudizio, un tribunale distrettuale della Louisiana ha emesso un’ingiunzione preliminare a livello nazionale e ha stabilito che la Casa Bianca doveva mantenere la politica in atto. Il Dipartimento di Giustizia ha presentato ricorso.

Source link
#tribunali #assumono #ruolo #primo #piano #mentre #politica #immigrazione #degli #Stati #Uniti #rimane #nel #limbo #Notizia

%d bloggers like this: