ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

I datori di lavoro statunitensi lottano per trovare abbastanza lavoratori #datori #lavoro #statunitensi #lottano #trovare #abbastanza #lavoratori #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

I datori di lavoro statunitensi lottano per trovare abbastanza lavoratori

Commercianti, camerieri, impiegati delle poste — Gli annunci “Help Wanted” stanno proliferando negli Stati Uniti, mentre le aziende lottano per far fronte alla carenza di lavoratori causata dalla pandemia, un’ondata di prepensionamenti e leggi restrittive sull’immigrazione.

Più di 10 milioni di aperture non sono state riempite a giugno, secondo i dati del governo, mentre meno di 6 milioni di persone cercavano lavoro, anche se i datori di lavoro cercano disperatamente di aumentare le assunzioni in mezzo alla frenesia della spesa dei consumatori.

“Abbiamo molti posti di lavoro, ma non abbastanza lavoratori per occuparli”, ha affermato in una nota la Camera di Commercio degli Stati Uniti, che rappresenta le aziende americane.

Molti di coloro che hanno smesso di lavorare quando il COVID-19 ha devastato per la prima volta l’economia statunitense all’inizio del 2020 non sono mai tornati.

“Ci sarebbero 3,4 milioni di lavoratori in più oggi se la partecipazione alla forza lavoro” – la percentuale della popolazione in età lavorativa attualmente occupata o in cerca di lavoro – fosse al tasso pre-pandemia, ha calcolato la Camera. È scivolato dal 63,4% al 62,1%.

E dove sono finite tutte queste persone? Molti hanno semplicemente preso il pensionamento anticipato.

“Parte di questo è solo che la popolazione statunitense continua a invecchiare”, ha detto all’AFP Nick Bunker, specialista del mercato del lavoro con il sito web di lavoro Indeed.

Troppo pochi immigrati

L’enorme coorte di baby boomer aveva già iniziato a lasciare il mercato del lavoro, ma c’è stata una “accelerazione dei pensionamenti” da quando è scoppiata la pandemia, ha detto all’AFP Diane Swonk, capo economista di KPMG.

FILE - Un lavoratore porta una tavola in un cantiere edile domestico il 29 giugno 2021, in Piemonte, Okla.

FILE – Un lavoratore porta una tavola in un cantiere edile domestico il 29 giugno 2021, in Piemonte, Okla.

Milioni di persone hanno optato per il pensionamento anticipato, preoccupate per la propria salute e con un patrimonio sufficiente – grazie a un mercato azionario allora vivace e ai prezzi elevati degli immobili – per lasciare il posto di lavoro.

A breve termine, Bunker ha affermato: “È improbabile che torni esattamente al livello pre-pandemia di partecipazione alla forza lavoro a causa dell’invecchiamento della popolazione”.

In aggiunta a questo, ha detto Swonk, “Non abbiamo avuto l’immigrazione al ritmo per sostituire i baby boomer”.

Le restrizioni imposte dal presidente Donald Trump, oltre all’impatto del COVID, hanno ridotto drasticamente il numero di stranieri che entrano nel Paese.

“È rimbalzato un po’, ma non è ancora ai livelli che vedevamo diversi anni fa”, ha detto Bunker.

La Camera di Commercio ha anche sottolineato l’impatto della generosa assistenza del governo durante la pandemia, che “ha rafforzato la stabilità economica delle persone, consentendo loro di continuare a rimanere fuori dalla forza lavoro”.

Lungo COVID

Un gran numero di donne ha lasciato il lavoro nel 2020, in parte perché la chiusura prolungata delle scuole ha richiesto a molte di rimanere a casa per prendersi cura dei bambini.

Coloro che volevano affidare i bambini all’asilo nido erano spesso frustrati, poiché la carenza di manodopera ha colpito anche il settore dell’asilo nido.

FILE - Un datore di lavoro tiene volantini per un lavoro nel settore alberghiero durante una fiera del lavoro del Gruppo Zislis presso la Brew Hall di Torrance, California, 23 giugno 2021.

FILE – Un datore di lavoro tiene volantini per un lavoro nel settore alberghiero durante una fiera del lavoro del Gruppo Zislis presso la Brew Hall di Torrance, California, 23 giugno 2021.

Swonk ha osservato che non solo le infezioni da COVID, ma anche gli effetti debilitanti del lungo COVID hanno avuto un grave impatto.

È “davvero una delle questioni più sottovalutate e fraintese” che tiene i lavoratori da parte, ha detto.

Per attirare indietro i lavoratori, molti datori di lavoro hanno aumentato la retribuzione e i benefici.

E se la frenesia degli acquisti degli americani rallenta, dicono gli analisti, le aziende avranno bisogno di meno lavoratori.

La carenza di manodopera dovrebbe attenuarsi un po’ mentre la Federal Reserve continua ad aumentare in modo aggressivo i tassi di interesse nel suo sforzo di combattere l’inflazione.

Nel frattempo, i salariati ne hanno tratto profitto. Nell’ultimo anno, milioni di persone hanno cambiato lavoro, spesso attirati altrove da salari più alti e migliori condizioni di lavoro.

Queste “grandi dimissioni” hanno portato a salari orari più elevati. La media del settore privato è ora di $ 32,27, in aumento del 5,2% in un anno, che si aggiunge alle pressioni inflazionistiche.

Il mercato del lavoro statunitense ha mostrato nuovi segnali di vitalità a luglio.

I 22 milioni di posti di lavoro persi a causa del COVID-19 sono tornati e il tasso di disoccupazione è storicamente basso del 3,5%.

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#datori #lavoro #statunitensi #lottano #trovare #abbastanza #lavoratori

%d bloggers like this: