ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Gli agenti dell’ICE hanno ordinato di evitare in generale di deportare i veterani militari e le loro famiglie #Gli #agenti #dellICE #hanno #ordinato #evitare #generale #deportare #veterani #militari #loro #famiglie

Gli agenti dell’ICE hanno ordinato di evitare in generale di deportare i veterani militari e le loro famiglie

L’amministrazione Biden ha ordinato agli agenti dell’immigrazione e delle forze dell’ordine (ICE) di astenersi generalmente dal chiedere la deportazione di veterani militari statunitensi o membri del servizio e dei loro familiari stretti, secondo una direttiva pubblicata martedì.

In una nota del 23 maggio, il capo provvisorio dell’ICE Tae Johnson ha incaricato gli agenti di espulsione dell’agenzia di considerare il precedente servizio militare statunitense come un “fattore attenuante significativo contro” l’inserimento degli immigrati in procedure di espulsione.

Se un veterano immigrato ha diritto alla cittadinanza statunitense a causa del suo servizio, i funzionari dell’ICE “generalmente non dovrebbero intraprendere azioni di contrasto civile contro i non cittadini, in assenza di significative aggravanti”, ha scritto Johnson nella sua direttiva.

Johnson ha affermato che l’ICE non cercherà di espellere i membri in servizio attivo degli Stati Uniti, “in assenza di significativi fattori aggravanti presenti nel caso”. Qualsiasi decisione di porre veterani o membri del servizio in procedure di espulsione deve essere approvata dai massimi funzionari dell’ICE negli uffici locali, ha aggiunto Johnson.

La direttiva del 23 maggio richiede inoltre agli agenti dell’ICE di considerare di astenersi dall’emettere ordini di espulsione contro genitori, coniugi o figli di membri del servizio militare o veterani statunitensi, invitandoli a chiedere l’approvazione dei leader dell’agenzia prima di intraprendere azioni di contrasto contro questo gruppo.

In base alla nuova politica, l’ICE dovrà chiedere a tutti gli immigrati che elabora se hanno prestato servizio o prestano servizio nell’esercito americano e se hanno familiari stretti che sono veterani statunitensi o membri del servizio.

MESSICO-STATI UNITI-MIGRANTE-DEPORTATO
Ivan Ocon, un veterano messicano dell’esercito degli Stati Uniti che è stato deportato in Messico nel 2016, posiziona bandiere davanti al muro di confine a Ciudad Juárez, in Messico, il 4 novembre 2021.

HERIKA MARTINEZ/AFP tramite Getty Images


Per decenni, gli agenti di espulsione dell’ICE e il suo predecessore ormai defunto, l’Immigration and Naturalization Service, sono stati incaricati di prendere in considerazione il servizio militare al momento di decidere se chiedere l’espulsione di un immigrato.

Ma un rapporto del 2019 del Government Accountability Office, un’agenzia investigativa del Congresso, ha rilevato che l’ICE non ha tracciato correttamente i casi di veterani espulsi o inseriti in procedimenti di espulsione, in parte perché non richiedeva agli agenti di chiedere agli immigrati il ​​servizio militare.

In un’intervista martedì, il capo dello staff dell’ICE Jason Houser ha affermato che la direttiva del 23 maggio “non è un divieto totale” di porre i veterani immigrati o i membri del servizio in procedimenti di espulsione. Ha affermato che la politica è progettata per garantire che il servizio militare sia considerato uniformemente e coerentemente dagli agenti dell’ICE.

“Ci sono ovviamente circostanze in cui ci sarà ancora la possibilità che i veterani vengano rimossi”, ha detto Houser, confermando che una grave condanna penale potrebbe portare all’espulsione di un immigrato che ha prestato servizio militare.

Nella maggior parte dei casi, i non cittadini devono essere residenti permanenti negli Stati Uniti per entrare a far parte delle forze armate. Mentre la legge statunitense pone i membri del servizio immigrato su un percorso accelerato verso la cittadinanza statunitense se soddisfano alcuni requisiti, consente anche agli agenti dell’ICE di arrestare ed espellere i residenti permanenti legali se vengono condannati per determinati reati, indipendentemente dal servizio militare.

I crimini che rendono deportabili i residenti permanenti legali includono quelli gravi come l’omicidio e l’aggressione sessuale, nonché i reati non violenti, come le condanne per droga.

Il promemoria di Johnson istruisce il personale dell’ICE a considerare gli anni di servizio di un veterano o un membro del servizio, il dispiegamento in una zona di conflitto, le medaglie in tempo di guerra, il tipo di congedo, eventuali ferite subite in battaglia, disturbi da stress post-traumatico o traumi sessuali durante il servizio, procedimenti della corte marziale e altri fattori nel determinare se emettere un ordine di espulsione nei loro confronti.

L’analisi, ha scritto Johnson, dovrebbe considerare anche il tipo di condanne penali, le circostanze che le circondano, le condanne e “qualsiasi prova di riabilitazione”.

Houser, un veterano della Marina degli Stati Uniti, ha affermato che le nuove regole potrebbero aiutare i veterani immigrati e i membri del servizio con condanne penali che potrebbero derivare da un disturbo da stress post-traumatico dopo il combattimento.

“Ho marinai e marines che hanno prestato servizio con me che attraversano stress post-traumatico e questo genere di cose. E la complessità di un equilibrio casa-vita quando sei nel mezzo del servizio è qualcosa che può pesare su un soldato , marinaio, marine”, ha aggiunto Houser, dicendo che quelle circostanze possono portarli “su un sentiero in cui commettono errori”.

Il promemoria di Johnson è l’ultimo di una serie di politiche dell’amministrazione Biden che hanno ristretto i gruppi di immigrati soggetti all’arresto e alla deportazione dell’ICE. Sotto il presidente Biden, l’ICE ha posto fine agli arresti di massa nei luoghi di lavoro e ha incaricato gli agenti di astenersi dal detenere alcuni gruppi, come le donne incinte e le vittime di gravi crimini.

Le attuali regole approvate dal segretario per la sicurezza interna Alejandro Mayorkas lo scorso autunno dirigono gli agenti dell’ICE a concentrarsi sull’arresto e sul deportare i migranti che di recente hanno attraversato illegalmente il confine tra Stati Uniti e Messico, gli immigrati con gravi condanne penali e quelli ritenuti in pericolo la sicurezza nazionale.

Nella sua nota del settembre 2021, Mayorkas ha affermato che il servizio militare di un immigrato o quello di un parente stretto dovrebbe indurre gli agenti dell’ICE a considerare di rifiutare un arresto.

I repubblicani hanno fortemente criticato le politiche dell’ICE durante l’amministrazione Biden, dicendo che interferiscono con il lavoro degli agenti e incoraggiano l’immigrazione non autorizzata. Ma i funzionari dell’amministrazione Biden hanno affermato che stanno massimizzando l’impatto delle limitate risorse a loro disposizione per far rispettare le leggi sull’immigrazione.

Il ramo delle operazioni di applicazione e rimozione dell’ICE “ha circa 6.000 ufficiali, DO, agenti di espulsione”, ha detto Houser. “Si tratta delle dimensioni del dipartimento dello sceriffo della contea di Harris, in Texas. E vogliamo assicurarci che quegli agenti siano concentrati su quelle minacce alla sicurezza nazionale e alla sicurezza pubblica”.

Source link
#Gli #agenti #dellICE #hanno #ordinato #evitare #generale #deportare #veterani #militari #loro #famiglie

%d bloggers like this: