ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

“Ci hanno arricchito.” La visita di 44 ore dei migranti lascia un segno indelebile su Martha’s Vineyard #hanno #arricchito #visita #ore #dei #migranti #lascia #segno #indelebile #Marthas #Vineyard #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

“Ci hanno arricchito.” La visita di 44 ore dei migranti lascia un segno indelebile su Martha’s Vineyard

Di Ray Sanchez, CNN

Dopo aver condiviso abbracci e saluti in lacrime con circa 50 migranti arrivati ​​inaspettatamente in aereo su questa ricca isola di villeggiatura, i volontari che li hanno ospitati in una chiesa episcopale hanno trasportato tavoli e sedie, imballato cibo su camion e lettini portatili piegati.

Una quiete familiare era calata venerdì pomeriggio nell’isolato alberato del centro di Martha’s Vineyard, dove Jackie Stallings, 56 anni, non riusciva a smettere di pensare a una giovane venezuelana – aveva 23 anni ma ne dimostrava 15 – che sedeva con lei al St. Andrew’s Casa Parrocchiale la sera prima.

Il richiedente asilo ha mostrato il video del cellulare di Stallings girato durante il viaggio attraverso una remota giungla centroamericana, indicando i migranti morti lungo il percorso.

“Era come se mi stesse mostrando video di gatti, ma in realtà era il loro viaggio e quello che hanno sopportato per arrivare qui”, ha detto Stallings, un membro dell’organizzazione no profit Martha’s Vineyard Community Services. “C’erano corpi e mamme con bambini che cercavano di superare il fango che era come argilla”.

“La parte straziante è vedere queste belle ragazze diventare desensibilizzate”, ha detto suo marito, Larkin Stallings, 66 anni, proprietario di un bar di Oak Bluffs che siede nel consiglio dell’organizzazione no profit. “Per loro, girano e ti mostrano una foto.”

Gli stalli lo interruppero.

“Era tipo, guarda, questa è morta, parte della loro festa originale. E lui è morto e questo è morto. Per loro è come se il fango arrivasse fino a qui”, ha detto venerdì all’ombra del portico della casa parrocchiale, indicando la sua coscia. “E li vedi, devono letteralmente sollevare le gambe dal fango. Muoiono perché si bloccano”.

Durante la loro vorticosa visita di 44 ore questa settimana, migranti come la giovane donna venezuelana hanno lasciato un segno indelebile sui loro ospiti accidentali in questa enclave isolata conosciuta come un parco giochi estivo per ex presidenti degli Stati Uniti, celebrità e miliardari.

Sono stati trasportati in aereo dal Texas a dieci centesimi della Florida

Gli ospiti, compresi i bambini piccoli, sono saliti a bordo degli autobus venerdì mattina dietro l’angolo dalla chiesa episcopale di Sant’Andrea.

I giorni di incertezza sulla piccola isola al largo delle coste del Massachusetts e un enorme sforzo da parte della gente del posto per provvedere a loro si sono conclusi con una nuova odissea: un viaggio in traghetto e poi un’altra carovana in autobus verso un alloggio temporaneo presso la Joint Base Cape Cod.

I richiedenti asilo – la maggior parte di loro dal Venezuela – erano stati trasportati in aereo dal Texas a Martha’s Vineyard mercoledì secondo gli accordi presi dal governatore della Florida Ron DeSantis – parte di una serie di mosse dei governatori repubblicani per trasportare i migranti nelle città liberali per protestare contro ciò che descrivono come il fallimento del governo federale nel proteggere il confine meridionale.

Martha’s Vineyard non li aspettava, ma un piccolo esercito di attivisti si è mobilitato per aiutare le persone che erano diventate pedine nel controverso dibattito sul sistema di immigrazione rotto in America.

La mossa di DeSantis è stata duramente denunciata dalla Casa Bianca, dai funzionari democratici e dagli avvocati dell’immigrazione che hanno promesso azioni legali per motivi, hanno detto, i migranti sono stati attirati a nord con promesse di lavoro, alloggio e aiuto con i documenti di immigrazione e alla fine sono stati fuorviati sulla loro destinazione finale.

Il governatore della Florida ha negato che i migranti non sapessero dove stavano andando. Ha detto che avevano firmato una rinuncia e che gli era stato fornito un pacchetto che includeva una mappa di Martha’s Vineyard. “È ovvio che era lì che stavano andando”, ha detto, aggiungendo che la mossa era volontaria.

Lisa Belcastro, coordinatrice del rifugio invernale per l’organizzazione no profit Harbor Homes, era vicina alle lacrime circa un’ora dopo che i migranti hanno lasciato l’isola venerdì, con i volontari che hanno iniziato a ripulire la casa parrocchiale e la sala della chiesa dove dormivano i nuovi arrivati.

“Voglio che abbiano una bella vita”, ha detto. “Voglio che il viaggio che hanno vissuto e le difficoltà che hanno vissuto siano valse la pena per loro e per le loro famiglie. Voglio che vengano in America e siano abbracciati. Vogliono tutti lavorare. E voglio solo che il loro viaggio abbia un lieto fine”.

“Nessuno sapeva che stavamo arrivando”

Giovedì sera, un gruppo di giovani migranti maschi si è radunato nella stradina fuori dalla chiesa, a pochi isolati dagli scintillanti negozi di lusso, ristoranti e gallerie d’arte di Main Street a Edgartown. Un richiedente asilo, poco più che ventenne, a un certo punto si è avventurato per strada per esplorare. Ha chiesto il prezzo di un hamburger in un ristorante di lusso. Quando gli è stato detto che erano $ 26, ha notato che era molto più di quanto avesse guadagnato in un mese in Venezuela quando poteva trovare lavoro.

Attraverso una finestra della casa parrocchiale, i bambini piccoli potevano essere visti in una stanza dei giochi piena di libri e peluche.

Juan Ramirez, che ha 24 anni ma sembra più giovane, si trovava fuori dalla sala della chiesa di 123 anni, dove 18 degli uomini hanno dormito su lettini portatili e materassi gonfiabili sotto coperte donate per due notti. Ha pianto parlando della famiglia che ha lasciato nello stato di Táchira, nel Venezuela occidentale, quando ha intrapreso il suo viaggio alla fine di luglio con il suo telefono e $ 400 in contanti.

“I miei amici pensavano che fossi pazzo ad andarmene, che non ce l’avrei mai fatta. Voglio solo un futuro migliore per la mia famiglia”, ha detto dei suoi genitori, dei nonni e della sua nipote preferita a casa. “Ci provo ma è difficile non pensarci”.

Il denaro era sparito da tempo e il suo telefono gli era stato rubato quando Ramirez ha raggiunto il nord del Messico e il confine con gli Stati Uniti, ha detto.

Ramirez e altri migranti hanno detto di sì rilasciato dalle autorità statunitensi per l’immigrazione con l’ordine di tornare per un’udienza. A San Antonio, sono stati avvicinati da una donna che ha offerto loro un passaggio in aereo verso un rifugio nel nordest dove ci sarebbero stati alloggio, lavoro e assistenza con i documenti di immigrazione. I migranti sono stati alloggiati in un hotel fino a quando una cinquantina di loro non sono stati radunati per il volo per il Massachusetts.

“Quando siamo atterrati nessuno ci stava aspettando”, ha detto. “Nessuno sapeva che stavamo arrivando. Ci siamo resi conto che ci avevano mentito. Ma, per fortuna, ci siamo imbattuti in persone di buon cuore che ci hanno supportato con tutto ciò di cui avevamo bisogno”.

‘Siamo tutti sulla stessa barca’

Pedro Luis Torrealba, 37 anni, ha detto di aver lasciato la capitale venezuelana Caracas con sua moglie a metà luglio. I loro due figli, di 6 e 11 anni, sono rimasti con i parenti.

La coppia ha iniziato il passaggio senza strade al confine tra Colombia e Panama – il micidiale Darién Gap – con più di altri 60 migranti, ha detto Torrealba giovedì sera fuori dalla casa parrocchiale. Solo 22 hanno completato il viaggio attraverso le 60 miglia di giungla e montagne scoscese, ha detto. Alcuni caddero dalle scogliere, altri furono spazzati via dalle acque alluvionali.

Quelle morti si verificano in un momento in cui un numero record di migranti privi di documenti sta travolgendo il confine tra Stati Uniti e Messico e muore mentre tenta di attraversarlo.

In Messico, ha detto Torrealba, la coppia e altri migranti sono stati brevemente rapiti da membri del cartello Zetas, un’organizzazione violenta di narcotraffico. Quando ha detto loro che non poteva effettuare il pagamento dell’estorsione per consentire loro di continuare, ha detto, un membro del cartello ha usato delle pinze per estrarre i suoi due denti d’oro.

Alla fine sono riusciti ad attraversare gli Stati Uniti e il Messico all’inizio di questo mese. A San Antonio, hanno incontrato una donna che ha offerto loro un volo gratuito verso un luogo di cui non avevano mai sentito parlare, insieme a una promessa di assistenza all’immigrazione, alloggio e lavoro. Torrealba non ha ricevuto cure per le ferite alla bocca e alla mascella fino al loro arrivo a Martha’s Vineyard.

Un altro venezuelano, David Bautista, 26 anni, ha detto di aver lasciato San Cristóbal, la capitale dello stato di Táchira, alla fine di luglio. Più di un mese dopo ha attraversato il Rio Grande fino a Eagle Pass, in Texas, dalla città di confine messicana di Piedras Negras. Ha detto di essere stato rilasciato dalle autorità statunitensi per l’immigrazione dopo 11 giorni di detenzione. Gli hanno dato i documenti per un’udienza sull’immigrazione a Washington, DC.

In un centro di accoglienza per migranti a San Antonio, anche a lui è stato offerto il volo gratuito e i vantaggi che ne sarebbero derivati, incluso l’aiuto per cambiare la data e il luogo della sua udienza sull’immigrazione.

«Non posso dirti altro perché non ne so più», disse. “Siamo tutti persi. Siamo tutti sulla stessa barca. Sappiamo solo che questa è un’isola da qualche parte negli Stati Uniti”.

In piedi accanto a Bautista, un uomo di 52 anni di nome Osmar Cabral, che ha detto di essere portoghese e di vivere a Martha’s Vineyard da quattro mesi, ha consegnato al migrante una banconota da $ 100 piegata.

“Non l’ho mai incontrato prima”, ha detto Cabral. “Ma sono venuto qui con un amico perché volevo aiutare. Siamo tutti fratelli”.

Il suo amico, Franklin Pierre, venezuelano che vive a Martha’s Vineyard dal 2015 e lavora per una società di noleggio di feste, era lì per parlare con alcuni migranti e offrire loro consigli.

“Devi presentarti all’udienza sull’immigrazione o verrai espulso”, disse Pierre a Bautista e ad altri giovani riuniti intorno a lui. “Arrivi qui dopo l’intensa stagione estiva ed è difficile trovare lavoro. E l’inverno è molto freddo, a volte raggiunge i 10 gradi sotto zero. Immaginalo e non avere lavoro”.

Un dolce gesto

Ad un certo punto giovedì sera, un gruppo di avvocati che aveva intervistato i migranti ha detto ai giornalisti fuori dalla casa parrocchiale che stavano esplorando un’azione legale, sostenendo che il giusto processo e i diritti civili dei migranti erano stati violati.

“Questa è una violazione dei diritti umani. Questa è una violazione costituzionale”, ha affermato Iván Espinoza-Madrigal, direttore esecutivo di Lawyers for Civil Rights Boston, mentre volontari e altri sostenitori hanno applaudito. “E riterremo gli stati e i perpetratori responsabili nella misura massima consentita dalla legge. Questo non rimarrà senza risposta”.

Alcuni passanti hanno registrato la scena sui loro cellulari.

Anche Rachel Self, un avvocato specializzato in immigrazione di Boston, ha attirato gli applausi.

“Abbiamo le loro spalle e non sono soli. E a tal fine, vorrei ringraziare in modo specifico il commerciante Fred per aver donato biancheria intima perché Martha’s Vineyard non ha un Walmart in fondo alla strada”, ha detto, riferendosi ai migranti e a un rivenditore locale che si è fatto avanti per aiutarli.

Un passante ha lanciato improvvisamente un sacchetto di cioccolatini.

“Ho portato le caramelle”, ha detto Matt Frederick, 54 anni, un locale che ha detto che lavora come cameriere e tassista e vive nella sua macchina. Stava distribuendo sacchetti di caramelle ai migranti per strada. Ha detto di aver speso $ 100 per i dolci.

“Provo compassione”, ha detto, aggiungendo che vive nella sua macchina perché si rifiuta di pagare gli affitti esorbitanti sull’isola. “Ci sono molte persone qui che stanno lottando per cavarsela. Non sono tutti ricchi”.

Venerdì, dopo che i migranti avevano lasciato Martha’s Vineyard, un volontario dell’organizzazione no-profit Harbor Homes, Sean O’Sullivan, ha smontato le brandine pieghevoli su cui dormivano 18 migranti maschi nella sala parrocchiale.

“La comunità tutto l’anno è molto forte perché sei un po’ isolato qui – che sia il traghetto o il maltempo, sei bloccato qui”, ha detto. “Siamo abituati ad aiutarci a vicenda. Siamo abituati a trattare con le persone bisognose e siamo super felici: come ci hanno arricchito, siamo felici di aiutarli nel loro viaggio”.

Nella casa parrocchiale vuota, poche ore dopo la partenza dei migranti, Charles Rus, organista della chiesa e direttore musicale, ha detto che il luogo si sentiva solitario.

“Il governatore della Florida ha sbagliato”, ha detto. “Penso che pensasse che non avremmo saputo cosa fare. E in realtà la gente qui se ne frega davvero. Ci tengono davvero”.

Jackie Stallings ha detto che spera di visitare i migranti alla base di Cape Cod, una sistemazione temporanea.

I migranti “saranno ospitati in spazi tipo dormitorio. . . con spazi separati che possono ospitare sia gli individui che le famiglie”, e le famiglie non saranno separate, ha affermato l’ufficio del governatore del Massachusetts Charlie Baker in un comunicato stampa. Avranno accesso a servizi tra cui legale, assistenza sanitaria, cibo, kit igienici e consulenza in caso di crisi.

“Continuavo a dire loro che era come un dormitorio. Non volevo dire che andrai in una base militare”, ha detto. “Vogliamo assicurarci che stiano bene”.

Il filo della CNN
™ & © 2022 Cable News Network, Inc., una Warner Bros. Discovery Company. Tutti i diritti riservati.

Miguel Marquez, Carolyn Sung e Priscilla Alvarez della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#hanno #arricchito #visita #ore #dei #migranti #lascia #segno #indelebile #Marthas #Vineyard

%d bloggers like this: