ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Chi si qualifica per l’asilo negli Stati Uniti e come funziona il processo? #Chi #qualifica #lasilo #negli #Stati #Uniti #funziona #processo

Chi si qualifica per l’asilo negli Stati Uniti e come funziona il processo?

L’asilo e le domande su chi dovrebbe ricevere protezione umanitaria sono diventati punti focali del controverso dibattito sulla politica di immigrazione degli Stati Uniti e su come il governo dovrebbe rispondere a livelli senza precedenti di arrivi di migranti al confine meridionale.

Durante la pandemia di COVID-19, il trattamento dell’asilo lungo il confine tra Stati Uniti e Messico è stato parzialmente sospeso a causa di una misura di emergenza nota come Titolo 42. Ma alcuni migranti possono chiedere asilo. Altri migranti non chiedono affatto asilo. E non tutti i richiedenti asilo entrano attraverso il confine meridionale.

Mentre un giudice federale ha bloccato l’amministrazione Biden dalla revoca del titolo 42 per ora, le sfide che il sistema di asilo statunitense ha affrontato per anni – da un enorme arretrato di domande e tempi di elaborazione lunghi anni, a politiche incoerenti e vincoli operativi – hanno continuato a intensificarsi.

L’amministrazione Biden questa settimana ha iniziato a far rispettare una regola spera di riformare il sistema di asilo e accelerare l’elaborazione dei casi. Ma la politica inizierà su scala limitata e il suo successo rimane una questione aperta, date le sfide operative, la pandemia, il record di arresti di migranti e le cause legali guidate dai repubblicani.

Ecco cosa devi sapere sul sistema di asilo degli Stati Uniti e sulle sfide che deve affrontare:

Chi ha diritto all’asilo negli Stati Uniti?

Per decenni, la legge statunitense ha consentito al governo di concedere asilo agli immigrati che hanno subito o hanno un fondato timore di persecuzione nel loro paese d’origine a causa della loro nazionalità, razza, religione, opinioni politiche o appartenenza a un “particolare gruppo sociale”.

Il persecuzione deve provenire da autorità governative o da qualcuno che il paese di origine non è in grado o non vuole controllare. La povertà, le scarse opportunità economiche, lo sfollamento causato da disastri naturali o il desiderio di ricongiungersi con la famiglia non sono motivi di asilo ai sensi della legge statunitense.

Sebbene utilizzi la stessa soglia legale, lo status di rifugiato viene offerto alle persone all’estero. L’asilo, d’altra parte, è disponibile solo per coloro che si trovano sul suolo statunitense. Salvo alcune eccezioni, la legge statunitense consente ai migranti negli Stati Uniti, compresi coloro che sono entrati illegalmente nel paese, di richiedere asilo come mezzo per fermare la loro espulsione.

Come funziona la procedura di asilo?

Esistono due tipi di casi di asilo: richieste “difensive” e “affermative”.

I migranti che il governo cerca di espellere, compresi quelli che attraversano illegalmente il confine tra Stati Uniti e Messico, possono presentare domande di asilo difensivo per cercare di impedirne l’espulsione. Questi casi sono decisi dai giudici dell’immigrazione presso il Dipartimento di Giustizia, che sovrintende anche a un organo della corte d’appello per l’immigrazione.

Gli immigrati con uno status legale temporaneo negli Stati Uniti, come i titolari di visto di breve durata e i minori non accompagnati che entrano in custodia al confine degli Stati Uniti senza i loro genitori, possono presentare domande di asilo affermative con i servizi di cittadinanza e immigrazione degli Stati Uniti (USCIS).

Mentre i migranti in cerca di asilo difensivo devono presentare la loro causa in udienze in contraddittorio con giudici e pubblici ministeri, quelli con domande affermative vengono intervistati dagli ufficiali dell’asilo dell’USCIS.

I richiedenti le cui richieste di asilo sono state respinte dai giudici dell’immigrazione possono essere condannati all’espulsione, sebbene possano appellarsi contro tali decisioni. I richiedenti asilo respinti dall’USCIS vengono generalmente sottoposti a procedimenti di espulsione e i loro casi vengono trasferiti al sistema dei tribunali per l’immigrazione per una decisione finale.

Gli immigrati a cui viene concesso asilo da un giudice dell’immigrazione o dall’USCIS possono rimanere negli Stati Uniti in modo permanente e possono richiedere una carta verde un anno dopo la decisione. Anche i loro figli e coniugi possono venire e vivere legalmente negli Stati Uniti.

Le persone che arrivano al confine tra Stati Uniti e Messico sono attualmente autorizzate a chiedere asilo?

Dipende. Negli ultimi due anni, i funzionari di frontiera statunitensi hanno utilizzato l’autorità sanitaria pubblica del Titolo 42 per espellere rapidamente i migranti in Messico o nel loro paese d’origine senza consentire loro di richiedere asilo.

Da quando l’amministrazione Trump ha invocato il titolo 42 nel marzo 2020, i migranti sono stati espulsi oltre 1,9 milioni di volte dal confine meridionale, secondo i dati del Dipartimento per la sicurezza interna (DHS).

Tuttavia, non tutti i migranti che entrano in custodia alla frontiera degli Stati Uniti vengono espulsi ai sensi del titolo 42, che viene utilizzato principalmente su adulti single. L’amministrazione Biden, ad esempio, ha esentato dal titolo 42 alcuni gruppi per motivi umanitari, compresi i minori non accompagnati, profughi ucraini e alcuni richiedenti asilo.

Altri migranti non vengono espulsi per diversi motivi, comprese le restrizioni imposte dal Messico su chi può essere espulso lì, le sfide operative e le relazioni diplomatiche tese con paesi come Cuba, Nicaragua e Venezuela che limitano o vietano le deportazioni degli Stati Uniti.

Sono ammessi i migranti che vengono processati secondo le normali procedure di immigrazione chiedere asiloe vengono trasferiti in rifugi o strutture di detenzione a lungo termine, rilasciati con un avviso del tribunale o rapidamente espulsi direttamente dal confine meridionale nell’ambito di un processo noto come rimozione accelerata.

Coloro che sono sottoposti a procedure di rimozione accelerata possono chiedere asilo solo se dimostrano un timore credibile di persecuzione durante gli screening con gli ufficiali dell’USCIS.

Perché il sistema di asilo è rotto?

Per anni, liberali e conservatori hanno affermato che il sistema di asilo degli Stati Uniti è rotto, sebbene abbiano offerto soluzioni diverse per risolverlo.

I conservatori hanno affermato che il sistema di asilo è abusato dai migranti economici che lo usano per rimanere e lavorare negli Stati Uniti a tempo indeterminato, il che, secondo loro, incoraggia l’immigrazione illegale. I liberali hanno anche criticato i ritardi nella decisione dei casi di asilo, dicendo che mettono i legittimi richiedenti asilo in un limbo legale lungo anni.

Ciò che è innegabilmente vero è che un arretrato di centinaia di migliaia di casi irrisolti ha paralizzato la capacità del governo di decidere i casi di asilo in modo tempestivo e i ritardi di elaborazione lunghi anni sono peggiorati durante la pandemia di COVID-19, che ha ridotto di persona udienze in tribunale e colloqui USCIS.

All’inizio del 2022, il sistema dei tribunali per l’immigrazione aveva 628.551 domande di asilo pendenti, secondo i dati del Dipartimento di Giustizia. In totale, il sistema giudiziario per l’immigrazione ha oltre 1,6 milioni di casi pendenti. L’USCIS, nel frattempo, stava supervisionando 432.341 richieste di asilo irrisolte all’inizio del 2022, secondo le statistiche dell’agenzia.

Il Dipartimento di Giustizia ha attualmente 578 giudici dell’immigrazione, mentre l’USCIS ha 750 funzionari per l’asilo. L’amministrazione Biden ha affermato che prevede di assumere altri giudici dell’immigrazione e funzionari per l’asilo, ma il processo di assunzione è lento.

A causa dell’enorme arretrato, gli immigrati aspettano in media 1.621 giorni – o più di 4 anni – per un’udienza presso il tribunale dell’immigrazione, secondo un’analisi dei dati del governo del programma TRAC della Syracuse University. Mentre l’USCIS ha l’obiettivo di giudicare le richieste affermative di asilo entro sei mesi, la maggior parte dei casi supera quel lasso di tempo, mostrano i dati dell’agenzia.

Quanti richiedenti ottengono asilo?

A differenza di ammissioni di profughiche sono limitati ogni anno fiscale dal presidente, non c’è limite al numero di richieste di asilo che il governo può concedere ogni anno.

Nell’anno fiscale 2021, i giudici dell’immigrazione hanno approvato 7.359 richieste di asilo e respinto 14.117 casi. Durante i primi sei mesi dell’anno fiscale 2022, 8.494 domande di asilo sono state approvate dai giudici, mentre 9.738 sono state respinte, secondo i dati del Dipartimento di Giustizia.

L’USCIS ha concesso asilo 7.118 volte nell’anno fiscale 2021, respingendo 17.888 casi, secondo i dati dell’agenzia. Durante i primi tre mesi dell’anno fiscale 2022, l’USCIS ha approvato 2.175 richieste di asilo e negato 9.727 casi.

Complessivamente, i tassi di concessione dell’asilo presso i tribunali per l’immigrazione si sono aggirati intorno o al di sotto del 20% dal 2015. Ma i tassi variano a seconda della regione in cui è archiviato il caso, della nazionalità del richiedente, delle variabili utilizzate nei calcoli e dell’accesso alla rappresentanza legale o della mancanza di ciò, mostrano le statistiche del governo.

Un rapporto del DHS del 2020 ha rilevato che l’89% dei casi giudiziari di famiglie di migranti centroamericani che hanno attraversato il confine tra Stati Uniti e Messico tra gli anni fiscali 2014 e 2019 sono rimasti irrisolti.

Come è cambiata la politica di asilo sotto Biden?

Attraverso molteplici regolamenti e accordi internazionali, l’amministrazione Trump ha limitato l’idoneità all’asilo e ha consentito ai funzionari di frontiera di espellere rapidamente i migranti o di richiedere loro di aspettare in Messico per le loro udienze.

Subito dopo il suo insediamento, il presidente Biden ha sospeso alcune restrizioni sull’asilo di Trump, incluso il cosiddetto programma “Remain in Mexico” e gli accordi che hanno consentito agli Stati Uniti di reindirizzare i richiedenti asilo in Guatemala, Honduras ed El Salvador con istruzioni per cercare protezione lì.

L’amministrazione Biden, invece, ha mantenuto in vigore il Titolo 42, difendendolo come politica di salute pubblica per oltre un anno. Sebbene abbia fatto eccezioni alle espulsioni, l’amministrazione Biden ha utilizzato il titolo 42 più a lungo e più spesso dell’amministrazione Trump, effettuando oltre 1,4 milioni di espulsioni di migranti nei suoi primi 15 mesi.

L’anno scorso, l’amministrazione Biden revocato una politica di Trump che generalmente escludeva dall’asilo le vittime di violenza domestica e di gruppo e affermava che avrebbe emesso un regolamento per definire il “particolare gruppo sociale” motivo di asilo che è stato contestato per decenni. La norma deve ancora essere definita.

Come si può riparare il sistema?

I conservatori hanno proposto di restringere l’ammissibilità all’asilo, detenere i richiedenti asilo mentre i loro casi vengono esaminati e intensificare le deportazioni. I liberali, nel frattempo, hanno sostenuto di mettere in contatto i richiedenti asilo con gli avvocati, assumere ulteriori funzionari in materia di asilo e accelerare l’elaborazione dei casi.

Il tentativo dell’amministrazione Biden di rivedere il trattamento dell’asilo lungo il confine meridionale è in linea con quest’ultimo approccio. È progettato per accelerare le aggiudicazioni assegnando funzionari dell’USCIS a decidere sui casi di asilo, piuttosto che incanalare tutte le richieste ai tribunali per l’immigrazione arretrati.

Ma resta da vedere se i funzionari saranno in grado di assumere un numero sufficiente di funzionari in materia di asilo e stanziare risorse sufficienti, compresi i voli di espulsione per coloro i cui casi vengono respinti, affinché la norma raggiunga il suo obiettivo di fornire sovvenzioni o rifiuti di asilo più rapidi. La norma potrebbe essere bloccata anche in tribunale.

Riconoscendo che molti migranti che si recano al confine tra Stati Uniti e Messico non chiedono asilo o non ne hanno i requisiti, gli esperti hanno anche suggerito di espandere l’immigrazione legale, come i visti di lavoro e per motivi familiari, per consentire agli aspiranti migranti di venire a legalmente il paese e quindi ridurre la pressione sul sistema di asilo.

“L’asilo non risolverà tutto al confine. Molte di queste persone vogliono solo venire a lavorare. Se abbiamo bisogno di persone in questo paese per lavorare, dovrebbero poter venire legalmente e non dovrebbero nemmeno compromettere il nostro sistema di asilo, ” ha affermato Muzaffar Chishti, ricercatore presso il Migration Policy Institute.

Allo stesso tempo, ha affermato Chishti, gli Stati Uniti devono trovare soluzioni durature alle sfide che affliggono il loro sistema di asilo per garantire che stia fornendo rifugio a coloro che fuggono dalle persecuzioni, in conformità con la legge statunitense e internazionale sui rifugiati.

“Il nostro sistema di asilo non serve a nessuno”, ha detto Chishti. “Non serve le persone che meritano di averlo perché non glielo diamo da anni e non rimuove dal Paese le persone che non lo meritano”.

Source link
#Chi #qualifica #lasilo #negli #Stati #Uniti #funziona #processo

%d bloggers like this: