ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Biden rivede la politica degli Stati Uniti sulla marijuana, perdona i precedenti reati federali #Biden #rivede #politica #degli #Stati #Uniti #sulla #marijuana #perdona #precedenti #reati #federali #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Biden rivede la politica degli Stati Uniti sulla marijuana, perdona i precedenti reati federali

WASHINGTON, 6 ottobre (Reuters) – Giovedì il presidente Joe Biden ha preso provvedimenti per rivedere la politica statunitense sulla marijuana graziando migliaia di persone con reati federali per semplice possesso di marijuana e avviando una revisione di come la droga viene classificata.

Biden ha affermato che a migliaia di persone con precedenti condanne federali potrebbero essere negate opportunità di lavoro, alloggio o istruzione e la sua azione esecutiva allevierà tali conseguenze “collaterali”.

Quasi 40 stati degli Stati Uniti hanno legalizzato l’uso di marijuana in qualche forma, ma rimane completamente illegale in alcuni stati ea livello federale. La riclassificazione sarebbe un primo passo verso una più ampia legalizzazione, una mossa sostenuta dalla maggioranza degli americani, e introdurrà cambiamenti radicali per le aziende e le forze dell’ordine e avrà un impatto su milioni di persone.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

La decisione del presidente mantiene una promessa elettorale ed è probabile che soddisfi i membri della sua base politica di sinistra in vista delle elezioni di metà mandato di novembre in cui i colleghi democratici del presidente stanno difendendo il controllo della Camera dei rappresentanti e del Senato.

“Troppe vite sono state sconvolte a causa del nostro approccio fallito alla marijuana. È ora di correggere questi torti”, ha detto Biden.

Ha esortato i governatori statali a seguire l’esempio.

“Proprio come nessuno dovrebbe essere in una prigione federale solo per il possesso di marijuana, nessuno dovrebbe essere in una prigione locale o statale per questo motivo”, ha detto Biden.

Un alto funzionario dell’amministrazione ha affermato che più di 6500 persone con precedenti condanne federali potrebbero essere interessate dalle grazie.

Le azioni di coltivatori e venditori di cannabis sono aumentate in seguito ai commenti di Biden, con Tilray Brands (TLRY.O) e Canopy Growth (WEED.TO) che hanno entrambi guadagnato oltre il 20%.

I sostenitori hanno accolto favorevolmente la mossa e il suo impatto sugli squilibri razziali nel sistema giudiziario statunitense.

“Gli Stati Uniti non legalizzeranno mai giustamente la marijuana fino a quando non faranno i conti con le politiche obsolete che equiparavano migliaia di giovani neri a spacciatori di droga incalliti”, ha affermato Al Sharpton, presidente del gruppo per i diritti civili della National Action Network.

“Sono stati sbattuti dietro le sbarre per anni e anni per semplice possesso, un reato non violento, per una sostanza che gli stati rossi e gli stati blu stanno ora legalizzando in un attimo”.

Alcuni repubblicani, che gli elettori statunitensi preferiscono ai democratici per affrontare le politiche legate alla criminalità, lo hanno criticato.

“Nel mezzo di un’ondata di criminalità e sull’orlo di una recessione, Joe Biden sta concedendo la grazia generale ai trasgressori di droga, molti dei quali si sono dichiarati per accuse più gravi”, ha detto su Twitter il senatore repubblicano Tom Cotton. “Questo è un tentativo disperato di distrarre dalla leadership fallita”.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ascolta un medico ospite parlare durante una riunione della Task Force per l’accesso all’assistenza sanitaria riproduttiva nella sala da pranzo dello Stato alla Casa Bianca a Washington, Stati Uniti, il 4 ottobre 2022. REUTERS/Elizabeth Frantz

GRANDI CAMBIAMENTI IN ANTICIPO

I risultati di una revisione della classificazione potrebbero avere ampie ramificazioni. Al momento, la droga rientra nella stessa classificazione di eroina e LSD ed è in una classificazione superiore rispetto a fentanil e metanfetamina, ha affermato il presidente.

Se la classificazione della marijuana dovesse facilitare a livello federale, ciò potrebbe consentire alle principali borse valori di elencare le aziende che operano nel commercio di cannabis e potenzialmente consentire alle società straniere di iniziare a vendere i loro prodotti negli Stati Uniti.

Sebbene molti stati abbiano legalizzato l’uso medico o ricreativo della cannabis, il suo status illegale ai sensi della legge federale statunitense ha costretto la maggior parte delle principali banche a negare i propri servizi alle attività legate alla cannabis.

La questione ha costretto le società statunitensi di marijuana a negoziare le loro azioni allo sportello o quotando in Canada, con il Nasdaq e la Borsa di New York che hanno vietato di quotarle.

L’azione del presidente è stata elogiata da alcuni membri del Congresso e dall’industria.

“Il Progressive Caucus plaude a questa azione del presidente Biden oggi per promuovere la giustizia penale e razziale”, ha affermato in una dichiarazione la rappresentante Pramila Jayapal, che presiede un gruppo di legislatori di sinistra.

“Questo rappresenta un passo importante per correggere i torti del passato e modificare le politiche che hanno avuto un impatto negativo su così tanti”, ha affermato Khari Edwards, capo della responsabilità sociale d’impresa presso Ayr Wellness Inc, uno dei principali rivenditori di cannabis negli Stati Uniti.

Biden ha detto di aver ordinato al procuratore generale Merrick Garland di sviluppare un “processo amministrativo” per rilasciare certificati di grazia a coloro che sono idonei.

“Il Dipartimento di Giustizia amministrerà rapidamente la proclamazione del Presidente, che perdona le persone che si sono impegnate nel semplice possesso di marijuana, ripristinando i diritti politici, civili e di altro tipo a coloro che sono stati condannati per quel reato”, ha affermato il dipartimento in una nota.

Biden ha affermato che alcune regole devono rimanere in vigore anche se le normative in tutto il paese si sono allentate.

“Finalmente, anche se la regolamentazione federale e statale sulla marijuana cambia, importanti limitazioni al traffico, al marketing e alle vendite di minori dovrebbero rimanere in vigore”, ha affermato Biden.

Si prevede che l’industria globale della cannabis raggiungerà $ 55 miliardi di vendite entro il 2026, con il mercato statunitense che crescerà fino a $ 40 miliardi, rispetto ai $ 25 miliardi dell’anno scorso, secondo le proiezioni di settembre della società di ricerca focalizzata sulla cannabis BDSA.

Gli esperti del settore ritengono che le riforme federali statunitensi potrebbero spingere queste cifre molto più in alto.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazioni di Jeff Mason e Doina Chiacu; rapporti aggiuntivi di Noel Randewich, Shariq Khan, Richard Cowan, Makini Brice e Steve Holland; Montaggio di Rosalba O’Brien, Heather Timmons, Bill Berkrot e Deepa Babington

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#Biden #rivede #politica #degli #Stati #Uniti #sulla #marijuana #perdona #precedenti #reati #federali

%d bloggers like this: