ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Azioni della Federal Trade Commission secondo la regola di etichettatura Made in USA #Azioni #della #Federal #Trade #Commission #secondo #regola #etichettatura #USA #vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Azioni della Federal Trade Commission secondo la regola di etichettatura Made in USA

La Federal Trade Commission (FTC) ha recentemente represso Lithonics Battery, LLC e Lions Not Sheep Products, LLC, per aver violato la regola sull’etichettatura Made in USA della FTC. Queste sono alcune delle prime azioni esecutive dopo che la FTC ha codificato la sua guida informale di lunga data Made in USA, che rende più facile per la FTC richiedere danni e imporre multe. In base all’accordo proposto, Lithonics pagherà una multa di $ 100.000 per aver etichettato erroneamente le batterie come prodotte negli Stati Uniti, mentre Lions Not Sheep dovrà pagare $ 211.335 per aver etichettato erroneamente gli indumenti come prodotti negli Stati Uniti.

La regola di etichettatura Made in USA

In base alla regola di etichettatura Made in USA, i marketer sospettati di fare affermazioni Made in USA non qualificate devono dimostrare che i loro prodotti:

  1. sono tutti o praticamente tutti prodotto negli Stati Uniti;

  2. che tutte le elaborazioni significative sono avvenute negli Stati Uniti; e

  3. che l’assemblea finale si è svolta negli Stati Uniti.

Sebbene il Congresso abbia emanato una legislazione che autorizzava la FTC a chiedere sollievo per la frode Made in USA quasi trent’anni fa, la FTC è rimasta a lungo in silenzio sull’applicazione a causa di un consenso generale sul fatto che questo specifico tipo di frode non dovrebbe essere penalizzato. La norma sull’etichettatura Made in USA del 2021 altera questa prospettiva, codificando la politica di applicazione della FTC. Con la Commissione ora autorizzata a imporre multe, chiedere danni, sanzioni e/o risarcire i professionisti del marketing che affermano in modo ingannevole e fraudolento che i loro prodotti sono fabbricati negli Stati Uniti, la FTC ha intensificato i suoi sforzi di applicazione.

Le recenti accuse della FTC con Lithonics e Lions Not Sheep

Litione

Lithonics è un’azienda con sede in Florida nota per i suoi prodotti a batteria. L’azienda è diventata un marchio regolare in tutte le famiglie americane. Progetta e vende prodotti per veicoli, nonché parchi di divertimento.

L’FTC ha affermato che Lithonics ha violato la regola sull’etichettatura Made in USA almeno dal 2018 travisando intenzionalmente l’origine dei prodotti Lithonics. Secondo il reclamo, i prodotti Lithonics sono etichettati come “Proudly Designed and Built in the USA” e presentano una bandiera americana. Le affermazioni sono state presentate anche su siti Web aziendali, piattaforme di social media, video e cataloghi cartacei. Tuttavia, secondo l’FTC, “tutti i prodotti per batterie e moduli batteria Lithonics contengono celle agli ioni di litio importate” e “altri componenti importati significativi”, il che, se vero, renderebbe le affermazioni di Lithonics Made in USA false o prive di fondamento sotto il Made in USA Regola di etichettatura.

In base all’ordine proposto, Lithonics e il suo proprietario devono smettere di fare queste affermazioni a meno che non possano dimostrare che le loro affermazioni sono vere. Come notato sopra, la società deve anche pagare $ 100.000 per la presunta attività.

Leoni non pecore

Lions Not Sheep è un marchio di lifestyle autoproclamato che vende felpe, cappelli e magliette online.

Nelle sue accuse contro Lions Not Sheep, la FTC ha affermato che la società ha violato la regola sull’etichettatura Made in USA da maggio 2021. Secondo il reclamo, la società ha rimosso intenzionalmente i tag che rivelavano che gli articoli erano stati fabbricati in un paese straniero. Invece di lasciare i tag originali, la FTC ha affermato che la società li ha sostituiti con tag Made in USA nonostante i prodotti fossero “interamente importati con lavori di finitura limitati eseguiti negli Stati Uniti”. A peggiorare le cose, l’FTC ha trovato un video pubblicato su Internet in cui il proprietario dell’azienda affermava apertamente di poter nascondere il fatto che le sue magliette erano fabbricate in Cina.

Oltre ad accusare l’azienda di aver violato la regola sull’etichettatura Made in USA, la FTC ha accusato l’azienda di aver violato le regole obbligatorie di etichettatura del paese di origine, che richiedono che tutti i prodotti coperti dal Textile Act includano etichette che rivelano il nome del produttore o del venditore e il paese in cui è stato fabbricato il prodotto. Alla società sarà vietato fare queste affermazioni e costretta a pagare $ 211.335.

Primaria da asporto

Con la FTC che ora impone sanzioni significative ai sensi della nuova regola Made in USA, anche il costo potenziale della non conformità è notevolmente aumentato. Le aziende dovrebbero avvisare i loro team di marketing ed esaminare attentamente tutte le affermazioni esistenti per garantire che le affermazioni Made in USA siano adeguatamente motivate e che i materiali di marketing non trasmettano affermazioni implicite non intenzionali.

#vistoe1 #vistoe1 #vistousa #vistostaiuniti #vistoamerica #visto #immigrazione

Source link
#Azioni #della #Federal #Trade #Commission #secondo #regola #etichettatura #USA

%d bloggers like this: