ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

Avvocati: fidarsi dei contrabbandieri potrebbe finire con la morte, non con la libertà #Avvocati #fidarsi #dei #contrabbandieri #potrebbe #finire #con #morte #con #libertà

Avvocati: fidarsi dei contrabbandieri potrebbe finire con la morte, non con la libertà

Uno scout a Ciudad Miguel Aleman, in Messico, tiene d’occhio lo sfondo mentre i trafficanti si preparano a lanciare una zattera con i migranti dalla riva del fiume Rio Grande il 17 giugno 2022. I migranti sono stati trasferiti su un banco di sabbia nel mezzo del fiume prima di entrare negli Stati Uniti a Roma, in Texas. (Foto CNS/Adrees Latif, Reuters)

ALTEZZE DI PROSPETTO — Padre Pat Murphy ricorda una famiglia che per sei mesi è rimasta e ha lavorato presso La Casa Del Migrante a Tijuana, in Messico, ed era sull’orlo della libertà vigilata umanitaria prima di diventare suscettibile di un contrabbandiere e cercare di entrare illegalmente negli Stati Uniti.

Sono stati prontamente catturati dalle autorità di frontiera e riportati in aereo in Honduras con il sogno di una nuova vita negli Stati Uniti alle spalle, ha detto padre Murphy. La famiglia è solo una delle tante che hanno rischiato la vita confidando che i trafficanti li portassero negli Stati Uniti, senza alcun risultato.

“Gli affari vanno a gonfie vele”, ha affermato padre Murphy, direttore esecutivo di La Casa Del Migrante. “Ci sono coyote che stanno diventando milionari perché ci sono così tanti affari.”

Il 27 giugno, i pericoli del L’attività “in forte espansione” è stata realizzata dopo che 53 migranti sono stati trovati morti in un rimorchio abbandonato alla periferia di San Antonio. Come è successo, qualcosa è andato storto con il camion lungo Quintana Road e l’autista è fuggito, lasciando i 67 migranti nella roulotte a morire nel caldo a tre cifre di San Antonio.

È stato l’incidente di contrabbando più mortale mai avvenuto, tuttavia, non è la prima volta che accade. Negli ultimi due decenni si sono verificati numerosi incidenti mortali legati al contrabbando:

Lo scorso agosto, 10 persone sono rimaste uccise quando un furgone che trasportava più di due dozzine di migranti si è schiantato nel sud del Texas a circa 80 miglia a nord del confine tra Stati Uniti e Messico.

Nel marzo 2021, 13 migranti sono stati uccisi nel sud della California quando il SUV in cui erano stati stipati si è schiantato contro il percorso di un rimorchio.

Nel 2017, 10 uomini sono morti a San Antonio per mancanza di acqua, aria fresca e cibo nel rimorchio in cui erano stati stipati con altri 200 migranti. Quasi altri 30 migranti nel camion sono stati ricoverati in ospedale.

Nel 2012, 15 migranti stipati in un pick-up Ford sono rimasti uccisi quando il veicolo ha colpito due alberi nel sud del Texas.

Nel 2003, 17 migranti sono stati trovati morti all’interno di un rimorchio surriscaldato a Victoria, una città nel sud del Texas. Un altro migrante nella roulotte è poi morto in ospedale, portando a 18 il bilancio delle vittime dell’incidente.

All’indomani della tragedia, i leader cattolici dell’immigrazione affermano che il sistema di immigrazione degli Stati Uniti rotto è responsabile dell’aumento del contrabbando, e il modo per affrontarlo è ponendo fine alle politiche di confine deterrenti come il Titolo 42, riaprendo il processo di asilo e creando nuove leggi legali percorsi per i migranti con giusta causa di ingresso negli Stati Uniti

“Il contrabbando stesso è una conseguenza di un sistema rotto”, ha affermato il vescovo Mark Seitz di El Paso, presidente entrante sulla migrazione della Conferenza episcopale degli Stati Uniti. “I contrabbandieri non sono là fuori isolati dal resto della realtà, e fino a quando non affronteremo le questioni più ampie, il contrabbando continuerà a essere un problema”.

Non ci sono dati sul numero esatto di migranti che si rivolgono ai trafficanti per cercare di entrare negli Stati Uniti, ma si ritiene che i numeri continuino a crescere in assenza di una procedura di asilo per entrare legalmente negli Stati Uniti e in situazioni più instabili in molti centri Paesi americani che costringono le persone a fuggire per disperazione.

Marisa Limón Garza, direttrice senior per l’advocacy e la pianificazione presso l’Hope Border Institute di El Paso, ha evidenziato questa stessa realtà, rilevando anche i pericoli che esistono in Messico che non lasciano ai migranti altra scelta che correre il rischio di entrare negli Stati Uniti

“Ci sono persone in movimento che non hanno altra scelta che migrare… e così a un certo punto quando qualcuno è così disperato e vulnerabile, e qualcuno – anche se è un attore nefasto – ti dà un’ancora di salvezza, per quanto rischiosa possa essere , prendilo tu.

Joanna Williams, direttrice esecutiva della Kino Border Initiative al confine con l’Arizona, ha affidato l’onere sia al governo statunitense che a quello messicano. Ha affermato che entrambi i governi “si sottraggono alle loro responsabilità di protezione e alle loro responsabilità di avere un legale funzionante [immigration] sistema”, che sta costringendo i migranti a rivolgersi alla criminalità organizzata.

“Riguarda i governi che si assumono la responsabilità del contesto più ampio”, ha detto Williams.

“Il governo degli Stati Uniti [should be] assumersi la responsabilità di offrire alle persone un’altra opzione di immigrazione legale e … lavorare con il governo del Messico e i governi della regione per assicurarsi che anche le persone abbiano la possibilità di migrare”, ha continuato. “Allora la domanda scompare e, per così dire, non ci sarà offerta per i contrabbandieri”.

Al di fuori dell’azione del governo, padre Murphy ha suggerito che la Chiesa cattolica si imbarchi in una “massiccia” campagna di comunicazione per cercare di convincere le persone che rivolgersi ai trafficanti non è il modo per entrare negli Stati Uniti

“La Chiesa deve essere attiva nel professare un messaggio contro la tratta di esseri umani che convinca le persone che non è così facile”, ha detto padre Murphy. “Questo è un messaggio che dobbiamo trasmettere e non sono sicuro che qualcuno lo stia facendo, incluso [in] gli hotspot da cui provengono le persone. Qualcuno deve dire alla gente la verità”.

Source link
#Avvocati #fidarsi #dei #contrabbandieri #potrebbe #finire #con #morte #con #libertà

%d bloggers like this: