ClickCease
Categories
America Visti NEWS CHANNEL: Visti USA – ESTA Stati Uniti – Immigrazione USA – Visti Turistici USA – Visto Lavoratio USA – Visto Investitore USA

17 stati presentano una memoria legale a sostegno della legge della Florida che vieta le città santuario | Notizie regionali #stati #presentano #una #memoria #legale #sostegno #della #legge #della #Florida #che #vieta #città #santuario #Notizie #regionali

17 stati presentano una memoria legale a sostegno della legge della Florida che vieta le città santuario | Notizie regionali

(The Center Square) – Diciassette procuratori generali repubblicani hanno depositato una memoria amicus presso l’11a Corte d’Appello del Circuito a sostegno di una legge della Florida che vieta le città santuario.

La memoria è stata presentata dai procuratori generali dell’Alabama e della Georgia, Steve Marshall e Christopher Carr. Insieme a loro c’erano i procuratori generali di Alaska, Arizona, Arkansas, Indiana, Kansas, Kentucky, Mississippi, Missouri, Montana, Nebraska, Oklahoma, South Carolina, Texas, Utah e West Virginia.

Il caso della Florida è attualmente in appello presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale della Florida, divisione di Miami.

Nel 2019, il legislatore della Florida ha approvato un disegno di legge firmato dal governatore Ron DeSantis che richiede ai funzionari e ai dipendenti del governo statale e locale di conformarsi alle forze dell’ordine federali sull’immigrazione.

DeSantis si è detto orgoglioso di firmare il disegno di legge “per sostenere lo stato di diritto e garantire che le nostre comunità siano al sicuro”. Ha ringraziato i legislatori statali “e gli Angel Parents per il loro impegno nel vedere questo disegno di legge oltre il traguardo. La loro leadership ha reso la Florida più sicura”.

Poco dopo, la città di South Miami ha citato in giudizio, e in seguito molti altri gruppi, sostenendo che la legge discriminava i cittadini stranieri che vivevano illegalmente in Florida. Il giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti Beth Bloom ha accolto la richiesta della città di un’ingiunzione, bloccando l’entrata in vigore della legge. La Florida ha quindi presentato ricorso.

I procuratori generali sostengono che Bloom abbia legiferato dalla panchina e abbia superato la sua autorità costituzionale.

“Gli amici States devono costantemente difendersi dalle sfide legali agli statuti statali presentate da coloro che si oppongono ai risultati del processo legislativo”, affermano nel brief. “Questi contendenti invitano i tribunali federali a sostituire il proprio giudizio con quello del legislatore. Troppo spesso i tribunali accettano l’invito a usurpare il ruolo legislativo attribuendo intenti odiosi ad atti legislativi basati su puro disaccordo politico, travestiti da presunta discriminazione.

“La Costituzione lo vieta, e per una buona ragione. … I tribunali federali sono mal posizionati per valutare i numerosi interessi in gioco. Le loro decisioni sono rese senza dibattito pubblico. E, poiché non sono eletti, non possono essere ritenuti responsabili dal popolo”.

Sostengono che Bloom “è caduto preda esattamente di questa tentazione”.

“Un giudizio legislativo secondo cui le leggi esistenti nel paese dovrebbero essere applicate non è una posizione estrema o sospetta”, sostengono. “Eppure il tribunale distrettuale ha ritenuto la legge apparentemente non valida, perché presumibilmente era stata promulgata con intenti discriminatori, anche se la legge proibisce specificamente la discriminazione razziale. La Corte non ha evidenziato alcuna discriminazione evidente nel testo della legge (non ce n’è).”

AG Marshall ha dichiarato: “Apparentemente un giudice federale non eletto non è d’accordo con il giudizio politico della Florida sul fatto che le leggi sull’immigrazione debbano essere applicate, ma ciò non dovrebbe essere rilevante”, aggiungendo che spera che la corte annulli la “preoccupante sentenza di Bloom e metta fine a questa pratica di legge con provvedimento giudiziario”.

Nella memoria della Florida AG Ashley Moody depositata presso l’11° Circuito, ha affermato che il giudice Bloom “ha commesso numerosi errori per arrivare alla conclusione straordinaria che la legislatura della Florida aveva motivazioni razziste segrete nell’emanazione dell’SB 168”.

“La legge promuove la sicurezza pubblica facilitando l’applicazione federale dell’immigrazione contro i criminali stranieri, mentre vieta espressamente la discriminazione razziale nella sua attuazione”, afferma il brief. “Il tribunale distrettuale ha trovato un motivo razzista nascosto solo ignorando le disposizioni chiave dello statuto, non concedendo al legislatore una presunzione di buona fede e attribuendo grande importanza alla più sottile delle prove”.

Ci sono attualmente più di 300 cosiddette città santuario negli Stati Uniti i cui funzionari non coopereranno con l’applicazione dell’immigrazione federale, stima la Federation for American Immigration Reform (FAIR).

“Molte politiche sui santuari limitano le forze dell’ordine dalla cooperazione con i funzionari federali dell’immigrazione, incluso il divieto di obbedire ai detenuti dell’immigrazione”, afferma.

Secondo le stime dell’Immigrazione e delle forze dell’ordine degli Stati Uniti, negli Stati Uniti vivono più di 2,1 milioni di immigrati illegali, di cui oltre 1,9 milioni hanno un ordine di espulsione da un giudice.

In una recente lettera al segretario del Dipartimento per la sicurezza interna Alejandro Mayorkas, il membro del Congresso della Florida Matt Gaetz stima che ci vorrebbero 14,5 anni per deportare “solo gli alieni che il DHS ha rilasciato sotto l’amministrazione Biden”, nell’interno degli Stati Uniti, compresa la Florida. Questo si aggiunge agli 1,9 milioni di ordini di espulsione che non sono stati espulsi.

Di recente ha anche citato i dati del DHS che indicano che l’amministrazione Biden ha il tasso di espulsione più basso nella storia dell’agenzia. Secondo i dati del DHS, il 48% in meno di immigrati illegali criminali è stato arrestato e il 63% in meno di criminali condannati è stato deportato sotto l’amministrazione, ha affermato.

Source link
#stati #presentano #una #memoria #legale #sostegno #della #legge #della #Florida #che #vieta #città #santuario #Notizie #regionali

%d bloggers like this: